Marotta: «Emergenza calcio! Eriksen professionista. Regime conservativo»

Articolo di
1 Febbraio 2021, 12:19
Giuseppe Marotta Inter Giuseppe Marotta Inter
Condividi questo articolo

Marotta, Amministratore Delegato dell’Inter, intervenuto ai microfoni di “Sky Sport” ha parlato del mercato invernale – che chiude oggi alle 20 -, dei rinnovi, della trattativa Dzeko-Sanchez e altro ancora.

MERCATOMarotta, intervenuto ai microfoni di “Sky Sport” ha parlato del mercato invernale, caratterizzato dalla pandemia e dalla crisi economica: «Purtroppo è un mercato povero. Il mercato di riparazione tanto decantato negli anni di riparato quest’anno non ha nulla. La pandemia ha avuto un ruolo importante nell’economica delle società. Normale che denaro circolante non c’è n’è e i ricavi sono assolutamente diminuiti e questo incide su questo che può essere il potere di fuoco che un club per investire sul mercato. Questo porterà un segno negativo nei prossimi mesi così come annunciato da dirigenti di club. Una qualsiasi altra società imprenditoriale sarebbe vicina al default. Non si assisterà più a un mercato fatto di grande somme ma a un sistema dell’antica Roma, cioè quello del baratto».

RINNOVI – Marotta senza mercato parla dunque dei possibili rinnovi in casa Inter: «Stiamo agendo in un regime conservativo, cioè vogliamo valorizzare al massimo il nostro patrimonio. In questa ottica andranno rivisti tutti i contratti in essere».

SU ERIKSEN – Marotta parla della rivalutazione di Eriksen e del suo ruolo nuovo ruolo in nerazzurro: «L’Inter è un top club e non esistono titolari fissi ma titolari e co-titolari. I giocatori devono essere sempre pronti a rispondere alle chiamate del proprio allenatore e di conseguenza ci affidiamo in un gruppo di professionisti e quindi Christian Eriksen è uno di quelli».

MERCATO CHIUSO – Marotta commenta la trattativa per il presunto scambio Dzeko-Sanchez: «Le linee guida della società rimangono quelli dettati a inizio stagione. Sanchez-Dzeko? L’audacia espressa dai procuratori è andata un po’ oltre la logica, al di là dell’incontro cordiale che c’è stato non si è mai arrivati a una vera e propria negoziazione».

SU MESSI – Marotta conclude parlando dei dettagli del contratto di Messi al Barcellona nel 2017: «Cifre Schock su Messi? È un calcio ormai finito. Non potremmo più vedere grandi ingaggi, non ci saranno più grandi contratti e quindi dobbiamo adeguarci in una situazione di grande emergenza nello sport. Noi in passato su Lionel Messi? Non era assolutamente da immaginare un contatto».



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.