Primo Piano

Marotta: «Dybala? Non c’era necessità! Lukaku cambiato, Inter aggressiva»

Marotta ha rilasciato un’intervista a DAZN dove ha dato i temi principali in vista della nuova stagione. L’AD Sport, in aggiunta, si è soffermato sul ritorno di Lukaku e sul mancato arrivo di Dybala.

GLI OBIETTIVIGiuseppe Marotta dà i punti da cui l’Inter deve partire per il 2022-2023: «Direi una stagione aggressiva. Quando dico aggressiva vuol dire ricca di ambizione, di determinazione, di coraggio, di voglia di fare e di conquistare trofei e posizioni. Più forte delle altre? Difficile dire questo, perché tu credi di aver allestito una squadra forte però poi devi fare i conti con quello che hanno fatto le altre squadre. A mercato chiuso potremo fare delle valutazioni, io dico che l’Inter deve recitare un ruolo da protagonista e, al di là delle rose degli altri, deve essere competitiva».

IL GRANDE RITORNO – Marotta parla della trattativa per riportare Romelu Lukaku all’Inter: «Innanzitutto è l’occasione per ringraziare i miei collaboratori Piero Ausilio e Dario Baccin, che sono degli ottimi professionisti. Sono quelle pagine belle del mondo del calcio, laddove un giocatore che ti ha lasciato improvvisamente sente quasi il bisogno di ritornare fra gli amici a indossare quella maglia gloriosa che l’ha portato a vincere lo scudetto. Abbiamo avuto la fortuna, quelle cose che portano a una coincidenza di fattori che hanno fatto sì che il ritorno si potesse concretizzare. Come ho visto Lukaku? L’abbiamo ritrovato diverso, molto più leader e motivato. L’ho visto in un allenamento dove ha perso una partitella ed era molto arrabbiato, questo significa un grande attaccamento verso il suo lavoro. Sono molto contento che lui possa far parte del nostro gruppo».

ARRIVO MANCATO – Marotta non può sottrarsi alla domanda sul perché invece non è arrivato Paulo Dybala: «Direi che si è parlato tanto. Io posso semplicemente dire che Dybala è un ragazzo serio, un grande professionista. Noi, e l’ho detto in tempi non sospetti, eravamo e siamo a posto in un settore offensivo di sicuramente grande valore. Non c’era spazio non perché non fosse bravo, ma perché non c’era necessità. Poi tutto come sempre è stato strumentalizzato e si rischia di fare brutta figura, ma non è così. Oggi l’Inter ha un reparto offensivo di grande valore e ce lo teniamo ben stretto».

NUOVA ESPERIENZA – Dybala ha firmato per la Roma (vedi articolo). Marotta crede che potrà fare bene: «Sicuramente sì. Roma è la piazza ideale per lui, per sentirsi veramente un leader. Posso anche paragonarlo non dico a erede di Francesco Totti, perché è molto forte come concetto, ma come un giocatore che può dare soddisfazioni agli spettatori con le sue giocate. Chiaramente auguro a lui ogni bene».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh