Marotta a Sky: “Porte chiuse? L’Inter non si appellerà ma tifosi penalizzati”

Articolo di
29 dicembre 2018, 15:11
Giuseppe Marotta Inter

Giuseppe Marotta, intervistato da Sky Sport poco prima di Empoli-Inter, è tornato sui fatti di mercoledì sera rivelando che il club nerazzurro non farà ricorso per le due giornate a porte chiuse più una senza la curva.

«Sicuramente è una settimana che deve portare delle grandi riflessioni: al di là della morte di un tifoso avvenuta in maniera tragica, poi c’è la riflessione su quelli che sono stati dei comportamenti razzisti e anche questi devono farci riflettere ma secondo me il mondo del calcio non deve essere demonizzato. Penso che si debba parlare sopratutto di un disagio sociale della nostra società civile e di conseguenza dobbiamo riflettere su questo disagio perché fa parte del mondo civile. Stamattina leggevamo su un quotidiano di una rissa in Parlamento e se anche il Parlamento si lascia andare a questo tipo di comportamento diventa difficile valorizzare i concetti più importanti e quindi ricominciamo cercando non dimenticare quanto accaduto ma accantonarlo momentaneamente in attesa di aprire questi tavoli di discussione per debellare questo fenomeno. Fermare il campionato mi sembrava molto azzardato, credo che ci sia stato un consenso unanime da parte di tutti anche se questo non deve farci dimenticare quanto accaduto. Per il resto noi abbiamo preso atto delle decisioni del Giudice Sportivo, vogliamo semplicemente esaminare quello che è il dispositivo che ha portato a questa sentenza per un fatto anche conoscitivo ma sicuramente non faremo appello anche se questa decisione penalizza gran parte dei tifosi che non c’entrano assolutamente nulla quindi questo come dirigente anche federale deve essere messo sul tavolo del consiglio federale proprio per esaminare quelli che possono essere i provvedimenti futuri per non penalizzare quei tifosi e quei cittadini che si comportano in maniera corretta».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE