Mancini: “Tecnicamente molto male. L’Inter deve fare più gol”

Articolo di
16 gennaio 2016, 17:49
mancini

Ancora una volta Roberto Mancini si presenta molto contrariato in conferenza stampa: questa volta ce l’ha per l’atteggiamento offensivo della squadra, che segna troppo poco, e per gli errori tecnici che hanno causato il pareggio contro l’Atalanta.

ERRORI«Con la Lazio non erano stati ancora in Qatar, quindi penso che abbiamo commesso troppi errori in queste partite, concedendo rigori e autogol come abbiamo fatto oggi, dobbiamo trovare un po’ più di concentrazione che ci ha permesso di essere la miglior difesa per tanto tempo e riuscire a fare più gol. Stevan Jovetić è un bravo giocatore, come lo è Adem Ljajić e lo sono altri calciatori, è chiaro che noi ci aspettiamo che faccia gol perché poi le partite si vincono facendo dei gol, speriamo che nelle prossime partite possa farne uno. Abbiamo Gary Medel che fino a oggi è stato uno dei migliori, il campo oggi era gibboso e c’era molto vento quindi non era neanche facile controllare la palla, questo è capitato sia a noi sia a loro ma Medel è un giocatore importante per noi. Fredy Guarín ha fatto una partita sottotono nel primo tempo, poi la mia paura era che era stato ammonito e quindi avevo paura che prendesse un’altra ammonizione e per quello l’ho tolto, si era allenato abbastanza bene in settimana».

ATTEGGIAMENTO – «Siamo rientrati tardi perché credo che il campanello sia suonato tardi, nel secondo tempo bene, abbiamo concesso perché a un certo punto giocavamo con Ivan Perišić, Jonathan Biabiany, Jovetić, Mauro Icardi, Ljajić, due centrocampisti e tre difensori, eravamo molto sbilanciati, è chiaro che abbiamo concesso qualcosa all’Atalanta in contropiede e le occasioni le ha avute per far gol, è stato bravo Samir Handanović in un paio di circostanze. Tecnicamente abbiamo fatto molti errori oggi, soprattutto con alcuni giocatori, dobbiamo migliorare su questo. Abbiamo fatto un po’ di richiami, col Sassuolo abbiamo corso tantissimo, quando tu riprendi dopo la sosta ci può stare un po’ di difficoltà ma spero passi in fretta. Dobbiamo tenere calma e tranquillità perché siamo a diciassette partite dalla fine con quaranta punti, bastano due, tre o quattro vittorie consecutive per poter tornare in testa e questo è il nostro obiettivo».

PROBLEMI OFFENSIVI«Io non so se Guarín andrà via o meno, se lui vuole andare troveremo un sostituto, non so cosa succederà dal mercato. Qua è sempre stato difficile giocare, l’Atalanta oggi ha anche cambiato modulo ed è stata più offensiva perché veniva da quattro sconfitte consecutive, si è messa in salita quindi un po’ più di difficoltà l’abbiamo avuta, abbiamo avuto difficoltà col terreno ma l’Atalanta ha fatto un’ottima partita. Non credo che non possiamo far niente in questo momento. Spero sempre che Jovetić faccia quindici gol, Icardi credo che alla fine quindici-venti li farà, serve questo per vincere, il Napoli ne ha uno che ne ha fatti diciotto, facciamo pochi gol e a volte non li facciamo perché vogliamo far qualcosa di troppo, sempre essere leziosi, il calcio dev’essere essenziale».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE