Mancini: “Con l’Empoli dovremo esser perfetti, Brozo incedibile”

Articolo di
5 gennaio 2016, 12:49
mancini-conferenza

Roberto Mancini ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa prima di Empoli-Inter. Assieme al tecnico nerazzurro era presente anche Handanovic, che ha ufficializzato il suo rinnovo fino al 2019 con la squadra.

Come è andato il mini ritiro di Doha?

Abbiamo lavorato bene, ormai siamo tornati da quattro giorni e ci stiamo riabituando al clima. Contro l’Empoli non sarà facile, vengono da quattro vittorie ed un pareggio e dovremo essere quasi perfetti.

Sentite la pressione?

Siamo cinque squadre in pochissimi punti, siamo lì da molte settimane e stiamo meritando il primo posto.

Cosa c’è da migliorare?

Ogni gara è pericolosa perché tutti vogliono battere l’Inter, l’importante è che venga mantenuta sempre alta la concentrazione in qualsiasi occasione.

Rinnoverebbe il contratto a Nagatomo e Palacio?

E’ da tempo che giocano nell’Inter, fosse per me sì.

Una spiegazione a tutti i cambiamenti?

L’importante è il risultato, poi se lo si ottiene con un undici fisso o variabile non conta molto. Per tornare alla domanda fatta a Samir: sembra che lo scorso anno sia stata colpa solo di Ranocchia e Juan Jesus, ma è tutta la squadra che deve partecipare alla fase difensiva.

Cosa manca a questa squadra?

L’obiettivo sarebbe quello di mantenere la rosa così com’è, poi se ci sarà la possibilità di rinforzare un po’ allora sarà presa in considerazione ma bisogna stare attenti al Fair Play finanziario.

Brozovic è cedibile?

Non abbiamo l’intenzione di cederlo, ha delle qualità incredibili che lo porteranno ad essere tra i migliori nel suo ruolo. Lui ubriaco? non è una cosa grave, basta anche un bicchiere di vino per superare il tasso alcolico consentito.

Qualcuno le ha chiesto di andare via?

Finora no, nessuno mi ha chiesto questo.

Ci può dire chi giocherà domani?

Handanovic, Miranda, Murillo, Medel e Ljajic.

Hai un augurio da fare a Zidane?

Penso che possa diventare un ottimo tecnico, nella vita di un allenatore gli esoneri sono una cosa normale e che può accadere semplicemente.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE