Mancini a MP: “Prestazione soddisfacente. Il rigore? Non so…”

Articolo di
6 gennaio 2016, 20:22
Mancini

Il tecnico dell’Inter è soddisfatto per la vittoria ottenuta sul campo dell’Empoli, pur riconoscendo i meriti alla squadra toscana e non sbilanciandosi sul mercato e soprattutto dando un’opinione netta sul presunto rigore negato all’Empoli

L’Inter inizia il 2016 con una vittoria sul campo dell’Empoli difendendo così il primato in classifica. Il tecnico Roberto Mancini si è presentato soddisfatto ai microfoni di Mediaset Premium: “Empoli è un campo difficilissimo, giocano bene, Giampaolo sta facendo un grande lavoro. Sapevamo che non era una partita semplice, per vincere bisognava fare bene, attenzione, l’1-0 è bastato ma abbiamo avuto occasioni per fare il 2-0 rischiando però di concedere il pareggio”.

IL RIGORE PER L’EMPOLI- Nel secondo tempo l’Empoli ha richiesto un calcio di rigore per un presunto fallo di Murillo su Pucciarelli, l’opinione di Mancini è netta: “Sul rigore non lo so, nel momento in cui Pucciarelli vede arrivare Murillo allarga il piede, lo mette su Murillo per cercare il rigore. Murillo va dritto per la sua traiettoria e Pucciarelli allarga il piede”.

I GOL DI ICARDI- Mauro Icardi decisivo anche oggi, Mancini è contento per il ritorno al gol con continuità del suo capitano, cosa che lui aveva previsto: “Icardi i gol li ha sempre fatti, uno che li fa può passare un momento difficile però continua a farli, siamo contenti soprattutto per la vittoria perché non era semplice”.

I MERITI DELL’EMPOLI- Mancini è soddisfatto per la prestazione della sua squadra, ma riconosce anche i meriti dell’Empoli autore di un’ottima prova: “Le partite a Empoli sono sempre state difficili, soprattutto in questo momento che l’Empoli sta giocando benissimo. Tornando dalla sosta credo sia stata una prestazione soddisfacente. Nel primo tempo l’Empoli ha iniziato meglio di noi, più veloci, più freschi. Poi siamo venuti fuori noi. Nel secondo tempo abbiamo avuto occasioni per fare il 2-0. Sono stati bravi loro all’inizio, palleggiavano bene a centrocampo e ci hanno messo in difficoltà e noi eravamo troppo bassi”.

IL MERCATO- Dallo studio si parla di mercato, ma Mancini non si sbilancia: “Le squadre si possono sempre migliorare, a gennaio non è così semplice trovare giocatori che possono migliorare una squadra. Si possono trovare ma bisogna spendere molto e noi non siamo in queste condizioni, siamo una squadra che sta lavorando bene”.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE