Mancini a MP: “Il calcio è questo, stavamo dominando”

Articolo di
10 gennaio 2016, 14:54
Mancini

Il tecnico nerazzurro è amareggiato dopo la sconfitta casalinga contro il Sassuolo, accetta il risultato e non ha molto da rimproverare per la sua squadra

L’Inter perde immeritatamente contro il Sassuolo nell’ultima giornata di andata del campionato. Il tecnico Roberto Mancini è amareggiato ai microfoni di Mediaset Premium: “Questo è il calcio, purtroppo abbiamo creato, il portiere è stato bravissimo ed è andata così: era meglio l’1-0 soffrendo. Nel secondo tempo, a parte un paio di calci piazzati, non hanno avuto occasioni. Stavamo dominando la partita e abbiamo cercato di vincerla fino alla fine”.

LAZIO E SASSUOLO- L’Inter ha perso le ultime due sfide casalinghe contro Lazio e Sassuolo concedendo calci di rigore nel finale, Mancini crede siano soltanto fatti episodici e non problemi di concentrazione della sua squadra: “Sono fatti episodici, Nagatomo ha rinviato la palla, Murillo è andato a vuoto: è stato un episodio sfortunato che ci ha penalizzato, sono state due partite in cui abbiamo fatto 0 punti e ne meritavamo di più, dobbiamo accettare il fatto e ripartire”.

LA PARTITA DI LJAJIC- “Lui è un esterno atipico, ha avuto cinque palle gol, avendo lui qualità può giocare in qualsiasi ruolo. Le occasioni le crea, è stato sfortunato, ma può giocare ovunque, sia seconda punta che esterno”.

LA PARTITA DI EMPOLI- “Sembra che ad Empoli abbiamo subito per 90 minuti, ma alla fine i tiri sono stati 4-3, il possesso palla 50 e 50. Io preferivo la partita di Empoli”

IL MERCATO- “Lavezzi e Mertens? Sono giocatori che costano, mi sembra difficile”.

EDER- “Noi con la Sampdoria stiamo parlando per Dodò, c’è solo questo, non ci sono altre cose. Non credo che possa esserci apertura per Eder, abbiamo attaccanti bravi, stiamo bene così”.

IRONIA SU DOVERI- Nel primo tempo c’è stata una manata di Berardi su D’Ambrosio non sanzionata dall’arbitro, Mancini è stato ironico: “Doveri con me non ne sbaglia una, secondo me doveva ammonire D’Ambrosio. Berardi è un giocatore straordinario, arbitro, quarto uomo e guardalinee erano li. Doveri di solito è perfetto, non ne sbaglia una”.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE