Mondo InterPrimo Piano

Lukaku, lo Slavia Praga attacca: “Si scusi per le sue parole! I cori…”

Con un tweet pubblicato sul proprio profilo ufficiale “Twitter”, la società Slavia Praga si è scagliata contro Romelu Lukaku dopo le sue parole riguardo ai cori razzisti subiti durante Slavia Praga-Inter, sfida valevole per la Champions League, giocatasi mercoledì sera. 

ACCUSE AL MITTENTE – Non si placano le polemiche per i cori razzisti nei confronti di Romelu Lukaku in occasione di Slavia Praga-Inter, sfida di Champions League andata in scena mercoledì sera e vinta per 1-3 dai nerazzurri. Al termine della gara, il numero nove belga aveva parlato denunciando l’accaduto, riferendosi specialmente al momento dopo la prima rete di Lautaro Martinez che ha aperto le marcature. La società ceca ha voluto rispondere per le rime alle sue dichiarazioni, negando ogni possibile coro di matrice razzista con questo tweet: “Respingiamo totalmente qualsiasi accusa su cori motivati dal punto di vista razziale da parte di tutto lo stadio. Abbiamo analizzato nuovamente il materiale disponibile e nulla conferma la dichiarazione di Lukaku. Proprio come noi ci scusiamo per il comportamento degli individui, sarebbe opportuno che Lukaku si scusasse per le sue parole”.

NESSUN CORO – Nessun coro di matrice razzista nei suoi confronti, dunque, secondo quanto riporta lo Slavia Praga dopo aver analizzato immagini e audio disponibili. Resta ora da vedere se la UEFA prenderà o meno ulteriori provvedimenti.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button