L’Uefa ha deciso: calcio in estate, campionati fino al 3 agosto – TS

Articolo di
2 Aprile 2020, 09:28
UEFA logo
Condividi questo articolo

“Tuttosport” fa il punto sulla posizione della Uefa sulla questione calendari. La stagione si finirà in estate, con priorità ai campionati.

CALCIO IN ESTATE – Un’estate di calcio a perdifiato, giocata senza risparmio con un unico obiettivo: concludere le competizioni. Lo ha spiegato ieri l’Uefa alle 55 Federazioni e ai rappresentanti delle altre componenti confermando le anticipazioni di due giorni fa: finiremo a costo di andare avanti ad agosto inoltrato. No, niente progetti ottimistici che tengano conto riprese prossime: la situazione ormai è chiara e prevede spazi esigui che vanno sfruttati fino all’osso senza darsi limite. Tranne uno: il 3 agosto. Entro questa data, infatti, dovranno essere conclusi tutti i campionati per poter lasciar spazio, dopo, soltanto alle Coppe Europee. Due, infatti, sono le soluzioni dettate dall’Uefa che, ormai, non prende nemmeno più in considerazione il mese di maggio: sa bene che in molti paesi europei il contagio è almeno una settimana in ritardo rispetto all’Italia (non a caso la Russia, che per alcuni ingenui era il Paradiso anti contagio, il campionato è stato bloccato ieri fino al 31 maggio).

CONTEMPORANEITA’ – Il primo step prevede il ritorno in campo nei primi giorni di giugno con campionati e Coppe europee in contemporanea. Attenzione, però, perché la Serie A (e gli altri tornei) giocherebbe in settimana, per concludersi a fine luglio mentre Champions ed Europa League conquisterebbero il fine settimana e scavallerebbero ad agosto. Non sono escluse, a differenza di quanto prevede uno dei capisaldi dell’Uefa, gare in contemporanea tra le competizioni nazionali e quelle internazionali.

PRIMA I CAMPIONATI – Se invece si tornasse in campo a fine giugno, tutto il mese di luglio verrebbe dedicato ai campionati nazionali con le Coppe traghettate nelle notti di agosto. Pare scontato, almeno per l’avvio, che le gare si giocheranno a porte chiuse. La priorità ai campionati Nazionali, oltre a lasciare la vetrina esclusiva alle fasi finali di Champions ed Europa League, è motivata dall’Uefa con la necessità di sapere con certezza quali squadre parteciperanno alle competizioni continentali. A tal proposito, a Nyon hanno spiegato che se non si dovessero concludere le Coppe Nazionali (nel nostro caso la Coppa Italia) senza così designare la partecipante all’Europa League, verrà presa in considerazione la classifica del campionato.

PROGRAMA FITTO – L’Uefa ha comunicato anche che tutti i match fra le Nazionali previsti nel mese di giugno verranno posticipati e nella prossima stagione dovrebbe esserci una “finestra” in meno per le Nazionali e durante le soste si disputeranno tre gare invece di due. Come potete constatare, si tratterà di una vera e propria corsa in apnea che potrà obbligare a giocare tre gare la settimana. Non a caso la stesura di un cronoprogramma così ansiogeno è stata possibile grazie all’apertura del sindacato mondiale dei calciatori Fifpro che si è reso disponibile a valutare la disputa delle gare ogni 72 ore.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE