Lautaro Martinez: “Siviglia forte ma siamo l’Inter, dobbiamo vincere”

Articolo di
21 Agosto 2020, 12:12
Lautaro Martinez Inter-Torino Lautaro Martinez Inter-Torino
Condividi questo articolo

Intervistato ai microfoni di PPTV, Lautaro Martinez, attaccante dell’Inter, ha parlato in vista della finale di Europa League contro il Siviglia

LOCKDOWN – Queste le parole di Lautaro Martinez attaccante dell’Inter, partendo dal periodo di lockdown dovuto all’emergenza Coronavirus. «È stato un periodo per tutti. Non è stata una cosa bella ma abbiamo imparato tante cose soprattutto il fatto che rispetto a quando facevamo allenamento e la vita normale tante cose non si potevano fare. Quello che mi è mancato è stato non stare insieme alla famiglia, è stato un periodo difficile che stanno loro vincendo là in Argentina. Spero che tutto vada be’ e e che possano andare avanti».

SEMIFINALE – Lautaro Martinez sull’arrivo di Steven Zhang e Beppe Marotta prima di Inter-Shakhtar Donetsk. «Abbiamo dimostrato una grande personalità e un grande carattere. Siamo in finale e contenti perché abbiamo fatto un grande lavoro. In semifinale abbiamo fatto 5 gol. Adesso dobbiamo recuperare e preparare una grande partita perché è una squadra forte il Siviglia. Dobbiamo vincere».

LUKAKU – Lautaro Martinez sul terzo gol contro lo Shakhtar Donetsk, in cui non ha segnato, ma servito Romelu Lukaku. «Con lui abbiamo un rapporto bellissimo fuori dal campo e dentro il campo. Lui stava da solo e gli ho dato la palla e ha fatto gol, complimenti a lui perché ha fatto una grande partita».

FINALISTA – Lautaro Martinez sul fatto che in finale non ci sia il Manchester United, favorito, ma il Siviglia. «Per me le squadre che affrontiamo è lo stesso perché noi dobbiamo vincere, siamo l’Inter e abbiamo quell’obiettivo lì, questa Coppa e dobbiamo affrontare qualsiasi squadra. Oggi è il turno del Siviglia e dobbiamo prepararci, recuperare. Dobbiamo pensare a loro e pensare a noi per fare al meglio per portare questa Coppa a Milano».

SIVIGLIA – Lautaro Martinez sul Siviglia, chiamata in Cina la Sevilla Cup. «È una squadra forte, arrivata in tante finali che ha vinto. Dobbiamo prepararci, arrivare al meglio il giorno della partita tanto fisicamente come mentalmente e provare a vincere e fare di tutto per portare questa Coppa con la nostra maglia».

AVVERSARI – Lautaro Martinez su Banega e Suso. «Sono giocatori di qualità, giocatori che cercano il 2 a 1 per tirare in porta, che palleggiano bene. È una squadra che tiene la palla e che quando la perde pressa. Allora dobbiamo essere intelligenti per andare avanti e tirare fuori quella pressione che loro fanno quando perdono la palla e fare il nostro lavoro».

COLPI DI TESTA – Lautaro Martinez sul fatto che l’Inter sua la squadra che in Europa ha segnato il maggior numero di gol con colpi di testa. «È una cosa bella perché vuol dire che lavoriamo giorno per giorno e che in partita sta andando bene. Abbiamo fatto tanti gol di testa su cross, questo vuol dire che stiamo lavorando bene».

PALLE INATTIVE – Lautaro Martinez sul fatto che i gol su palle inattive possano essere l’arma vincente anche nella partita con il Siviglia. «Certo perché è una finale e sicuramente ci saranno tante cose che daranno paura. È una partita speciale e sempre nel calcio le palle inattive sono importantissime a favore come contro. Dobbiamo stare attenti e svegli perché non succeda nulla».

ESULTANZE – Lautaro Martinez sui festeggiamenti personalizzati dopo i gol e la possibilità di scambiarsele e su quale sia la migliore. «No, perché quello è un secondo. Io faccio sempre quello perché mi torna facile e adesso continuo a farlo. Quella è l’emozione dopo un gol. È bellissima, è un paio di secondi che festeggio con i compagni e basta».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE