Jovetic: “Fiorentina-Inter, spero vinca la Viola. Un consiglio per Chiesa”

Articolo di
14 Dicembre 2019, 09:16
Condividi questo articolo

Stevan Jovetic, ora al Monaco in Ligue 1, è stato intervistato tra le pagine de “La Gazzetta dello Sport” in quanto doppio ex di Fiorentina e Inter. Tanti i temi trattati, tra cui i rimpianti del periodo in nerazzurro, la lotta scudetto tra i nerazzurri e la Juventus e il futuro del golden boy Federico Chiesa. 

HE’S BACK – Se n’erano perse le tracce, e invece era soltanto alle prese con l’ennesimo infortunio della sua carriera. Stevan Jovetic è tornato ed è pronto a prendersi il Principato di Monaco, mentre “La Gazzetta dello Sport” gli chiede un passo indietro di qualche anno: “Cosa non rifarei della mia carriera? Nel 2013 andai al Manchester City per vincere e rifiutai la Juventus, ma non avrei mai potuto tradire i tifosi dopo il periodo splendido di Firenze. L’errore fu rifiutare il Real Madrid nel 2009, non ero pronto. Ecco, se potessi tornare indietro…

TALENTI – Federico Chiesa è al centro di un periodo non esaltante, con le voci di mercato che continuano a ronzargli vicino all’orecchio: “Chiesa è in una situazione simile alla mia, ma ognuno decide con la propria testa. Un consiglio da dargli? Non deve ascoltare tutte queste voci, conta solo il campo. Al momento giusto farà le opportune valutazioni. Pronostico per Fiorentina-Inter? Match aperto, spero vinca la Fiorentina. L’Inter è un’ottima squadra, tuttavia meno attrezzata della Juventus. Maurizio Sarri ha più di venti titolari, questo potrebbe incidere nella lotta per lo scudetto”.

RIMPIANTI – Poi c’è spazio per i ricordi pesanti, quelli che fanno più male. Tra questi, l’esperienza all’Inter nella stagione 2015/16: “Andammo alla grande con Roberto Mancini fino a dicembre, quella sconfitta con la Lazio (Inter-Lazio 1-2, 20 dicembre 2015, ndr) aprì la crisi. Dopodiché Mancini iniziò a cambiare formazione, sostituendo o lasciando fuori il sottoscritto, a volte, anche quando non l’avrebbe meritato. Detto ciò, ho degli ottimi ricordi della mia esperienza all’Inter”.

NOSTALGIA CANAGLIA – C’è tempo anche per una chiosa a carattere spiccatamente emotivo: “Vincenzo Montella rischia la panchina? Ottimo allenatore, vorrei che restasse. Quanto mi fece divertire con il suo gioco, veloce e sempre palla a terra. E c’era qualità, le ricordo l’attacco: Jovetic al centro da falso nueve, Cuadrado a destra. Adem Ljajic a sinistra. E sa una cosa? Conservo un file con le mie migliori giocate, con quei riccioloni al vento, delle stagioni con la Viola: le guardo ancora. Non per nostalgia, mi aiutano a caricarmi. Ritorno in Italia? Contratto col Monaco vale fino al 2021, ho profondo rispetto per il club: darò sempre il 100%, poi chissà. L’Italia è la mia seconda casa, un giorno sarei felice di tornare“.

Fonte: La Gazzetta dello Sport – Francesco Fontana


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE