Primo Piano

Joao Mario-Benfica, lo Sporting CP infuriato con l’Inter: il duro comunicato

Joao Mario, dopo aver rescisso il contratto che lo legava all’Inter (vedi articolo), è diventato ufficialmente un giocatore del Benfica (vedi articolo). Lo Sporting CP, club nel quale il centrocampista ha trascorso l’ultima stagione, non ci sta e dichiara guerra al club nerazzurro. Di seguito il comunicato del club portoghese

In vista delle novità di ieri e oggi, lo Sporting informa quanto segue:

  1. Nel 2016, al momento del trasferimento del giocatore João Mário dallo Sporting CP all’FC Internazionale Milano, il club italiano e il giocatore João Mário si sono impegnati, tra l’altro, a effettuare un pagamento aggiuntivo di € 30.000.000 se e quando il giocatore fosse stato tesserato a favore di club portoghesi, tra cui SLB;
  2. Com’è noto e pubblico, FC Internazionale Milano e João Mário hanno concordato ieri di rescindere, di comune accordo, il contratto di lavoro che li univa, in modo che il giocatore fosse vincolato da un contratto di lavoro con SLB; tutto ciò dopo che l’Inter aveva rifiutato un’offerta dello Sporting Clube de Portugal – Futebol, SAD per il giocatore in questione;
  3. È convinzione del Consiglio di amministrazione dello Sporting Clube de Portugal – Futebol, SAD che sia stato utilizzato un espediente affinché l’Inter e il giocatore João Mário cercassero di evitare quello che hanno firmato con lo Sporting Clube de Portugal – Futebol, SAD nel 2016;
  4. E che questo espediente illustra solo che tutte le parti conoscevano gli obblighi assunti nel 2016 e ai quali, dopo 5 anni, intendono sottrarsi;
  5. Sporting Clube de Portugal non mancherà di difendere gli interessi dello Sporting Clube de Portugal e dello Sporting Clube de Portugal – Futebol, SAD nella propria sede, ritenendo le parti interessate responsabili dei danni causati e dell’inadempimento delle obbligazioni assunte.

Fonte: sporting.pt

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button