Primo Piano

Inter, nuova linea basata sul risparmio: crollano i compensi per i Procuratori Sportivi

L’Inter dimostra di tenere particolarmente alle proprie spese e lo evidenzia con i compensi per i Procuratori Sportivi. Rispetto all’anno scorso, la cifra è crollata drasticamente, a dimostrazione della linea societaria portata avanti dagli AD Antonello e Marotta

COMPENSI AGENTI – La FIGC ha reso nota la lista dettagliata dei compensi riconosciuti dalla società di Serie A ai Procuratori Sportivi relativi all’anno 2020. Il totale fa segnare circa 138 milioni di euro. L’Inter con i suoi 9 milioni (precisamente 9.050.068, ndr) è sopra la media ma “solo” sesta nella classifica guidata dalla Juventus con oltre 20 milioni. Seguono Roma (oltre 19), Milan (oltre 14), Napoli (poco più di 12) e Fiorentina (oltre 9.5). Chiudono le neopromosse, con il Benevento che supera il milione e la coppia formata da Crotone e Spezia che si tengono sotto la soglia. Per l’Inter un importante passo in avanti, visti i quasi 23 milioni risparmiati di compensi ai Procuratori Sportivi rispetto al 2019 (vedi classifica). Il lavoro degli AD Alessandro Antonello (Corporate) e soprattutto Beppe Marotta (Sport), per quanto riguarda l’area di competenza, non passa inosservato.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button