Inter-Napoli: Fabian Ruiz illumina, male Sensi. Rodaggio Eriksen – GdS

Articolo di
13 Febbraio 2020, 08:29
Sensi
Condividi questo articolo

Dopo Inter-Napoli, ecco il “pagellone” della “Gazzetta dello Sport”: sbornia post-derby per i nerazzurri allenati da Antonio Conte che impatta contro il “falso” 4-3-3 di Gennaro Gattuso. Fabian Ruiz accende San Siro col sinistro, deludono Sensi e Brozovic. Sorprendono i voti di Ospina e soprattutto Maksimovic.

LE PAGELLE – L’Inter inciampa a San Siro ma da una squadra allenata da Antonio Conte ci si aspetta di più (5). A proposito di Antonio Conte: “contro le squadre che si chiudono – sottolinea la rosea – vengono fuori i limiti dell’Inter” (5,5 al tecnico). Più fiducia a Christian Eriksen (6,5) che entra a partita in corso (ancora in fase di rodaggio), ma illumina con qualche giocata, sicuramente meglio rispetto Stefano Sensi, ancora spento dopo l’infortunio (5, peggiore in campo insieme a Brozovic). Il Napoli di Gennaro Gattuso visto a San Siro in una nuova variante: “catenaccio palleggiato, tutti dietro la linea della palla, ma senza buttarla via una volta che viene riconquistata. Accettabile compromesso” (6,5). Ancora complimenti a Gattuso (6,5): “fa massa critica a centrocampo per ingolfare l’Inter e la strategia va a buon fine. Il suo Napoli preferisce “subire” le partite, non per caso va forte con le grandi e soffre con le piccole”.

I MIGLIORI – Inter-Napoli è soprattutto la partita di Fabian Ruiz (7, autore del gol del vantaggio) che prima si mimetizza, poi sul centrodestra si accentra e illumina San Siro con un sinistro dove Daniele Padelli (6) non può arrivare. Positiva anche la prestazione del portiere nerazzurro, incerto in occasione di un’uscita, si riprende gli applausi di San Siro salvando il risultato su Piotr Zielinski. Sorprendono i voti sopra la sufficienza per Ospina, Maksimovic e Demme a centrocampo: il portiere “Per un tempo sbriga l’ordinario, un paio di tiri citofonati. Resta freddo e non sbaglia appoggi. Si guadagna il 7 allo scadere con le uscite basse su D’Ambrosio e poi su Eriksen. Decisivo”. 7 anche a Demme “Regista ruvido, carta vetrata, scherma la terra di nessuno. Un po’ si dedica a Sensi e un po’ a Brozovic”. Mentre Maksimovic: “Nel gioco delle coppie difensive, è il centrale che va spesso agli autoscontri con Lukaku. Ritrova antiche certezze”.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE