MatchPrimo Piano

Inter, dal Genoa in poi ora l’obiettivo più difficile: zero cali di concentrazione

Inter, dopo Juventus, Lazio e Milan e il primo posto conquistato ora l’obiettivo più difficile: mantenere alta la concentrazione già dal prossimo impegno contro il Genoa. La squadra allenata da Davide Ballardini, da quando è tornato in rossoblù, è tra le più in forma del campionato. Nerazzurri oggi in campo dopo il giorno di riposo concesso ieri (vedi articolo).

STEP SUCCESSIVO – L’Inter, dopo aver vinto meritatamente contro Lazio e Milan in campionato e aver conquistato dunque il primo posto in classifica a più quattro punti dai secondi in classifica, ora arriva la difficoltà maggiore: tenere alta la concentrazione. L’errore più grande per una squadra non ancora esperta a vincere e che comunque sta affrontando un periodo di crescita da un anno e mezzo a questa parte, è quella di riuscire a mantenere il controllo delle partite e soprattutto alta la concentrazione. Superato il filotto di partite contro le big – tra Coppa Italia e Serie A -, ora la sfida più difficile è quella contro sé stessi. Il primo posto classifica è una liberazione ma solo l’inizio se consideriamo inoltre le quindici partite di campionato ancora da giocare. Il prossimo step inoltre sarà quello di riuscire a scardinare le difese delle squadre avversarie. Come già fatto notare durante questa stagione, la squadra allenata da Antonio Conte ha trovato non poche difficoltà, in UEFA Champions League in particolare, ad affrontare squadre chiuse in difesa e con almeno 7/11 dietro la linea del pallone.

GIÀ DALLA PROSSIMA – L’Inter dunque dovrà lavorare molto sull’aspetto mentale e Antonio Conte e il suo staff sono dei professionisti in tal senso. Già dal prossimo impegno casalingo contro il Genoa, sulla carta una squadra più abbordabile rispetto Lazio e Milan, ma in realtà una delle squadre più in forma del campionato, soprattutto dopo il ritorno in panchina di Davide Ballardini. Il tecnico si presenta in rossoblù con una vittoria in Spezia-Genoa alla quattordicesima giornata, e nelle ultime dieci partite una sola sconfitta, quella contro il Sassuolo in Campionato (non considerando quella in Coppa Italia 3-2 con la Juventus). Poi un filotto di ben sette risultati utili consecutivi, compreso il pareggio con l’Atalanta 0-0 e la vittoria 2-1 in casa contro il Napoli. Lo scudetto per l’Inter passa anche e soprattutto da queste partite.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.