Primo Piano

Hutter: “Inter squadra d’élite, noi non ci nascondiamo”

Il tecnico dell’Eintracht Francoforte Adolf Hutter, avversario dell’Inter nella gara di domani valida per l’andata degli ottavi di finale di Europa League, ha parlato ai microfoni dei giornalisti nella conferenza stampa tenuta alla Commerzbank-Arena

REBIC NON CI SARA’- “Non posso dire chi giocherà, ma sicuramente non ci sarà Rebic. Al suo posto potrebbe giocare Paciencia”.

PARTITA SPECIALE- “Sarà una partita speciale contro un avversario speciale. Sappiamo quanto sia grande l’Inter e quanto sia una squadra di spessore, vogliamo fare una buona prestazione”.

FIDUCIA DALLA VITTORIA DI SABATO- “Abbiamo vinto con due gol nel finale e questo ci dà forza. Siamo imbattuti in Bundesliga e in Europa League negli ultimi tempi, vogliamo continuare così e fare un buon risultato in vista del ritorno”.

LE CONDIZIONI DI WILLEMS E DE GUZMAN- “Stanno bene, gli olandesi vivono un buon momento come si è visto anche ieri in Real-Ajax. Vedremo se domani giocheranno o no”.

NON VOGLIAMO SUBIRE GOL- “Non vogliamo subire gol e abbiamo fatto bene anche contro lo Shakhtar. L’obiettivo è controllare la partita in fase offensiva e difensiva”.

LE CONDIZIONI DI ABRAHAM- “Dobbiamo aspettare la rifinitura poi prenderemo una decisione”.

INTER IN CRISI, SENZA ICARDI- “Non mi interessano queste polemiche, ma non influiranno in maniera negativa. A Cagliari non sono andati bene ma sappiamo che prendono pochi gol, poi presto avranno anche il derby contro il Milan e vedremo se influirà anche questo, ma io per il momento penso solo a domani”.

GELSON E’ TORNATO- “Gelson Fernandes si è ristabilito in fretta, si è allenato normalmente questa settimana quindi è un’opzione per domani”.

INTER SQUADRA DI ALTO LIVELLO- “L’Inter è una squadra d’élite. Non siamo distratti dai suoi recenti risultati, si sono comportati bene in un girone di Champions molto duro e hanno qualità in ogni posizione del campo, noi non ci nasconderemo”.

UN SOGNO ARRIVARE A BAKU- “Sognare è sempre concesso, Baku è nell’obiettivo di ogni squadra in questa competizione, ma ci sono alcuni ostacoli da superare per primi e il prossimo è qui a Francoforte domani”.

PORTARE AVANTI IL CALCIO TEDESCO- “Siamo capaci di tenere alta la bandiera tedesca in questa condizioni e questo ci rende molto felici. Mi fa piacere che tante persone siano contente di guardarci giocare”.

L’IMPORTANZA DI FERNANDES- “Quest’anno è diventato importantissimo, è un leader in campo e nello spogliatoio. Per me è un assistente, sa parlare tante lingue e mi aiuta spesso”.

FELICE DI HINTEREGGER- “Sono contento, si è adattato velocemente e abbiamo deciso di ingaggiarlo perché lo conoscevamo bene dai tempi di Salisburgo. Conosco le sue qualità e avevamo bisogno di un giocatore nuovo, lui era la prima scelta”.

SPALLETTI TOP ALLENATORE- “Certamente è uno dei top allenatori in Italia e in Europa, visto anche il suo passato allo Zenit e alla Roma. Ha sempre fatto bene e fa un calcio propositivo e offensivo, quanto fatto all’Inter è impressionante”.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh