Primo Piano

Gravina: «Valutiamo Green Pass per giocatori. Stadi? Fatta richiesta»

Gravina, presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, ha parlato al termine del Consiglio Federale di oggi. In conferenza stampa tanti gli argomenti trattatati, dalla riforma dei campionati fino al rientro del pubblico negli stadi

RIFORMA DEI CAMPIONATI – Gabriele Gravina ha parlato della nuova Serie A. Queste le sue dichiarazioni: «18 o 20 squadre? Non mi affascina parlare di numeri. La riforma dei campionati prevede una vera e propria rivoluzione con un cambiamento importante in sostenibilità e stabilità del sistema. Non sono più sostenibili tre livelli di professionismo. Ho proposto la fusione di Serie B e la Serie C dal 2024/25».

VACCINI – Gravina ha poi parlato del Green Pass per i giocatori: «Non ci sono solo i tifosi, ma anche i calciatori. La nostra proposta è in linea con il Governo italiano. Abbiamo un protocollo severo e la Federazione valuterà se agevolare la campagna vaccinale ed eventualmente, se sarà il caso, adotteremo provvedimenti di obbligatorietà del vaccino per i tesserati. Valuteremo il mancato svolgimento di un’attività per chi non è vaccinato».

STADI – Gravina chiude parlando della riaprertura degli stadi: «Il 50% della capienza non ci soddisfa. Al calcio il distanziamento di un metro non è applicabile. Abbiamo chiesto di occupare i posti a scacchiera. Dispiace che, nostante l’importanza sociale ed economica, al calcio italiano non venga riconosciuta la sua dignità dallo Stato. Non tanto tanto dei ristori, ma delle difficoltà nel consentire la ripresa da una delle crisi più profonde».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button