Primo Piano

Florentino Pérez: «Superlega? Salva il calcio! Non si esce dai campionati»

Florentino Pérez è il nuovo presidente della Superlega, annunciata ventiquattro ore fa (vedi articolo). Ospite della trasmissione spagnola El Chiringuito, ha parlato di quale sia l’intenzione dei dodici club fondatori, fra cui l’Inter.

IL PERCHÉFlorentino Pérez presenta la Superlega: «Ci sono club importanti di Inghilterra, Spagna e Italia. Dovevamo trovare una soluzione per quello che sta passando il calcio, che ha perso diversi milioni. Posso parlare per il Real Madrid: nelle ultime due stagioni abbiamo perso quattrocento milioni. Passiamo tutti una situazione molto brutta. Perché la Superlega? Quando non hai ingressi, oltre ai diritti TV, l’unica soluzione è fare partite più attraenti fra le principali squadre del mondo. Abbiamo lavorato e pensato che, anziché fare la Champions League, facendo una Superlega fra i grandi club potremmo ridurre le perdite».

CAMBIARE IL CALCIO – Florentino Pérez insiste: «Il calcio deve evolversi, così come la vita, le persone e le aziende. I social network hanno cambiato la maniera di comportarsi, anche il calcio deve adattarsi ai tempi che stiamo vivendo. Il calcio stava perdendo interesse, dovevamo fare qualcosa: la pandemia ha accelerato il processo. Il calcio è l’unico sport globale che abbiamo. Il 40% dei giovani non hanno interesse nel calcio: perché? Hanno altre piattaforme che seguono, il calcio deve essere all’altezza. Noi club rappresentanti, e io sono amico di tutti, dovevamo fare qualcosa. La Champions League stava perdendo interesse, ci siamo dovuti muovere per salvare il calcio che si trova in un momento critico. Real Madrid-Manchester United e Barcellona-Milan sono più attraenti di una partita con una squadra piccola».

LISTA D’ACCESSO – Florentino Pérez spiega come la Superlega non sarà un sistema chiuso: «Si potrà comunque accedere. Quindici squadre generano valore, poi cinque arriveranno per meriti sportivi conquistati sul campo. È aperto, non chiuso come qualcuno ha detto. Non abbiamo mai pensato a un torneo chiuso, le squadre devono lottare e guadagnarsi il diritto di partecipare a una competizione come questa. I soldi sarebbero ripartiti fra i vari club, molti di più di quanti ne dà l’UEFA con la Champions League».

APERTURA – Florentino Pérez è meno duro di Aleksander Ceferin (vedi articolo): «Parleremo con la UEFA e la FIFA, certo. Con tutto il rispetto non hanno fatto il necessario per salvare il calcio, intendo tutto il calcio. Così come aveva fatto Santiago Bernabéu negli anni Cinquanta creando la Coppa dei Campioni. Vogliamo salvarlo, affinché almeno per i prossimi venti anni la situazione sia risolta, perché ora è drammatica. La UEFA è un monopolio, dovrebbe essere molto più trasparente. Vogliamo salvare il calcio, che è in un momento di rischio. Non abbiamo fatto niente di più che pubblicare un comunicato dicendo quello che vogliamo fare, ma abbiamo intenzione di parlare con l’UEFA».

NIENTE PROBLEMI – Florentino Pérez esclude che ai giocatori sarà impedito di partecipare alle nazionali, e non solo: «Possono stare tranquilli, questo non succederà. La UEFA deve essere trasparente, non ha una buona immagine in questo momento. Non deve minacciare nessuno, perché non abbiamo fatto niente di male. Loro hanno fatto un format che, a nostro avviso, non funziona. Si inizierebbe nel 2024, ma saremmo morti: ci sono squadre in Inghilterra e Italia che hanno perso centinaia di milioni. Creiamo davvero che questo format potrà salvare il calcio. Il Real Madrid e il Manchester City non saranno escluse da questa Champions League, così come nessuno: ne sono sicuro. E lo stesso dai campionati».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh