Fiorentina-Inter, nuovo ruolo per Eriksen: un’occasione da non perdere

Articolo di
12 Gennaio 2021, 20:57
Eriksen Inter-Parma Eriksen Inter-Parma (foto Tommaso Fimiano – copyright Inter-News.it)
Condividi questo articolo

In Fiorentina-Inter (domani ore 15.00) Christian Eriksen partirà titolare, in un ruolo inedito. Ad annunciarlo è proprio Conte.

NUOVO RUOLO – In Fiorentina-Inter, ottavo di finale di Coppa Italia in programma domani, Christian Eriksen partirà titolare . Una scelta abbastanza semplice da pronosticare, vista la necessità per Antonio Conte di ruotare un po’ gli uomini. Per garantire la giusta dose di riposo a molti titolare, e perché domenica c’è la sfida contro la Juventus. Si ipotizzava che il danese potesse partire da titolare nella stessa posizione (Cagliari-Inter di Serie A). Ossia come mezzala sinistra nella linea a tre della mediana nerazzurra. Tuttavia Conte sceglie di stupire tutti e elettrizza la voglia con un annuncio: Eriksen partirà nella posizione di regista.

COMPITI – Una scelta che sorprende in primis i tifosi, ma più per le tempistiche che per il contenuto. Era infatti da diverse tempo che, tra addetti ai lavori e non, serpeggiava l’idea di provare Eriksen come play basso. Ossia come regista davanti alla difesa, nel ruolo che Marcelo Brozovic ricopre ormai da un triennio. Arretrare il suo raggio d’azione (rispetto alla trequarti) manterrà infatti intatta la visione di gioco del danese. E, anzi, gli permetterà di ricevere palla – nella maggior parte delle occasioni – fronte alla porta, cosa che spesso non capitava (vi ricordate proprio Inter-Fiorentina di campionato?). E, rispetto al croato numero 77, Eriksen è sicuramente dotato di una maggiore velocità di pensiero: una dote che permetterà a lui di gestire il gioco, e al pallone di circolare più velocemente.

FUNZIONE – Tuttavia Eriksen non ha la stessa capacità (o volontà) di corsa di Brozovic. Ma anche questo non è un problema: Conte spera che il 24 garantisca una circolazione più fluida, facendo correre il pallone anziché le gambe. Ma dovranno essere bravi i compagni tanto in mediana quanto in difesa, a muoversi con e per Eriksen. Non perché lui goda di uno status particolare, ma perché è il ruolo (e la posizione) a richiedere una maggiore tutela.

CURIOSITÀ – C’è molta curiosità di vedere la prestazione di Eriksen come play basso in Fiorentina-Inter. La sua maggiore proiezione offensiva non tragga in inganno: il danese potrà ugualmente toccare tanti palloni e imprimere fluidità alla manovra di gioco. Due aspetti ai quali lui stesso tiene tantissimo, e che raramente i compagni sono riusciti a garantirgli in passato. Sarà pertanto un’occasione da non sprecare, in primis per lui: le prospettive di mercato infatti non sono delle più rosee, per cui tanto vale provare a dare una scossa alla sua esperienza all’Inter. Per il bene di tutti.



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.