FIGC, inviato il protocollo sanitario di garanzia al Governo: atteso l’OK

Articolo di
18 Aprile 2020, 17:14
Logo Italia FIGC
Condividi questo articolo

La FIGC ha inviato il protocollo sanitario di garanzia al Governo. Lo riporta il sito del quotidiano “La Gazzetta dello Sport”, come conferma di quanto annunciato ieri dal presidente Gravina (vedi articolo). L’OK è fondamentale, perché permetterebbe una pronta ripresa delle attività.

PRIMO PASSAGGIO – Il protocollo sanitario di garanzia inizia a diventare realtà. La FIGC, poco fa, ha inviato al Ministero della Salute e al Ministero dello Sport la proposta per poter riprendere le attività. I documenti saranno valutati dai due ministri, Roberto Speranza e Vincenzo Spadafora, che daranno un loro giudizio assieme al Governo. La speranza del calcio italiano è di ottenere l’OK per ripartire con gli allenamenti da lunedì 4 maggio, ma anche per fare nelle due settimane precedenti i test medici per accertare la negatività di giocatori e staff. Il protocollo sanitario di garanzia è stato redatto mercoledì (vedi articolo) dalla Commissione medico scientifica della FIGC, presieduta da Paolo Zeppilli. Il primo passaggio è fare i controlli preventivi, con un tampone subito e uno dopo tre o quattro giorni. Poi toccherebbe a esami sierologici, valutazione cardio-vascolare e polmonare sui giocatori positivi guariti. Per evitare il contagio si pensa a un ritiro permanente in centri di allenamento chiusi.

Fonte: Gazzetta.it – Valerio Piccioni


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE