ESCLUSIVA – Mazzola: “Conte è tosto. Facile far gol con Corso! Messi…”

Articolo di
30 Luglio 2020, 14:39
Sandro Mazzola Sandro Mazzola
Condividi questo articolo

Mazzola, leggenda dell’Inter cresciuta nelle giovanili nerazzurre fino alla conquista di ben quattro campionati di Serie A, due Coppe dei Campioni e due Coppe Intercontinentali, in esclusiva ai nostri microfoni ha parlato della stagione nerazzurra con Conte alla guida. Dal lavoro svolto da Suning (con il sogno Messi) agli ultimi impegni tra campionato ed Europa League, prima di concludere con un ricordo per l’amico Corso.

INTER OGGISandro Mazzola, in esclusiva a Inter-News.it, ha parlato della stagione attuale della squadra nerazzurra con Antonio Conte in panchina: «La stagione dell’Inter è stata buona ma non eccezionale. Conte però mi piace, è uno tosto: ha bisogno di tempo, deve lavorare. Come migliorare la squadra? Bisognerebbe essere dentro e conoscere il carattere dei giocatori. Non me la sento di dare consigli, la squadra però in vista della prossima stagione non va rivoluzionata. Il gruppo è già valido. Per esempio Romelu Lukaku mi è piaciuto molto, è un giocatore valido. Lasciamolo lavorare che ci darà delle soddisfazioni. Giocatori italiani? Avere una base italiana può essere importante perché hanno voglia di fare vedere che ci sono. Un gruppo di italiani potrebbe fare storia».

AMBIZIONE SUNING – Mazzola dice la sua riguardo la proprietà Suning e il sogno di mercato: «Se sono qui è perché vogliono fare grandi cose, devono scegliere gli uomini giusti per farle. Dalle prime interviste devo dire che mi sembrano persone valide. Lionel Messi? Io ci credo, perché no! Sarebbe una cosa favolosa. Sono cose su cui all’inizio tutti dubitano, però poi… Se è uscito è perché qualcosa c’è. Si tratta di vedere come va a finire».

FINALE DI STAGIONE – Mazzola commenta questo finale di stagione per la squadra nerazzurra, tra la lotta per il secondo posto e l’Europa League ad agosto: «Atalanta-Inter per il secondo posto? Sarà una partita difficile ma ci sono degli obiettivi, se la può giocare. In Europa League secondo me molto dipenderà dalle prime partite (si inizia con Inter-Getafe, ndr), ci renderemo conto che tipo di torneo sarà. Oggi è difficile prevedere qualcosa».

IN MEMORIA DI CORSO – Mazzola conclude ricordando il compagno di squadra Mario Corso, scomparso di recente: «Ricordo come faceva a darti la palla. All’inizio era indeciso però io scattavo a sinistra, la difesa si spostava verso destra, la palla partita verso destra con un giro tale che ti arrivava nei piedi e quindi facevo gol. Era facile far gol con Mario Corso…».

Si ringrazia Sandro Mazzola per la disponibilità mostrata nell’intervista. La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è consentita solo previa citazione della fonte (Inter-News.it) e inserendo il link al contenuto originale.



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




<!--//<![CDATA[ var m3_u = (location.protocol=='https:'?'https://servedby.publy.net/ajs.php':'http://servedby.publy.net/ajs.php'); var m3_r = Math.floor(Math.random()*99999999999); if (!document.MAX_used) document.MAX_used = ','; document.write (""); //]]>-->

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.