Eriksen, neanche un minuto con la Fiorentina. Chance contro la Juventus?

Articolo di
6 Febbraio 2021, 19:39
Eriksen - Inter-Milan Coppa Italia - Copyright Inter-news.it - Foto Tommaso Fimiano Eriksen – Inter-Milan Coppa Italia – Copyright Inter-news.it – Foto Tommaso Fimiano
Condividi questo articolo

Christian Eriksen non è sceso in campo neanche per un minuto nella sfida di ieri tra Fiorentina e Inter, nonostante Marcelo Brozovic fosse diffidato e a rischio squalifica per la Lazio. Segnale in vista di Juventus-Inter?

ESCLUSO – Una delle scelte di Antonio Conte che hanno sorpreso nella sfida di ieri sera contro la Fiorentina è stata di sicuro la mancanza di minuti per Christian Eriksen. Tre erano i maggiori indizi che facevano pensare a un suo ingresso in campo. Il primo, probabilmente il più importante: la spada di Damocle sulla testa di Marcelo Brozovic. Il croato è proprio uno dei tre diffidati dei nerazzurri (insieme ad Alessandro Bastoni Nicolò Barella) e perderlo in vista della gara contro la Lazio sarebbe stato – per citare un tormentone di Morattiana memoria – “poco simpatico”. Il secondo indizio era il risultato acquisito (lo 0-2 è arrivato a inizio ripresa) e il totale dominio del campo. Il terzo, proprio il fatto che il danese ha iniziato il suo “nuovo ruolo” proprio all’Artemio Franchi, proprio contro la Fiorentina, nell’1-2 degli ottavi di finale di Coppa Italia.

CHANCE A SORPRESA – Con le possibilità a sfavore dei nerazzurri riguardo a una qualificazione in finale al termine di Juventus-Inter (vincere non è impossibile, farlo con due gol di scarto o con tre gol segnati lo è già un po’ di più), non è da escludere che la chance a sorpresa per Christian Eriksen possa arrivare a Torino. Dal primo minuto. Non è un mistero che l’obiettivo principale della società e di Antonio Conte sia proprio il campionato. Ed ecco che, in vista di un big match come quello di domenica contro i capitolini, proprio il croato potrebbe riposare. Il che darebbe anche un’iniezione di fiducia al centrocampista danese, costretto a prendersi le sue responsabilità non in una sfida abbordabile (con tutto il rispetto, chiaramente, per il Benevento), ma in uno scontro diretto con in palio una qualificazione. E chissà che proprio lui – come già contro il Milan – non possa “consacrarsi” come l’uomo decisivo di questa Coppa Italia.



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.