Eriksen e Brozovic ancora insieme contro il Milan? Conte ora ha due piani

Articolo di
16 Febbraio 2021, 20:23
Brozovic Eriksen Inter Photo 192013105 © Marco CanonieroDreamstime.com Photo 192013189 © Marco CanonieroDreamstime.com
Condividi questo articolo

Eriksen si candida fortemente ad un’altra maglia da titolare contro il Milan, ancora accanto a Brozovic. Conte ora ha due piani in mente.

DOPPIO PLAYChristian Eriksen è ormai parte integrante del progetto Inter, e non ha più senso interrogarsi sull’ultimo anno. Antonio Conte ha scelto di credere nel danese, sebbene a modo suo. Il progetto di schierare il trequartista finisce in archivio, il numero 24 deve adattarsi ai dettami del tecnico. E nell’ultimo mese ha mostrato un’applicazione encomiabile, in ogni posizione dove ha operato. In principio come alternativa di Marcelo Brozovic da regista di centrocampo, poi anche al suo fianco come mezzala. Un esperimento di doppio play che sta dando buoni risultati, come visto anche contro la Lazio. E ora è questo, assieme a Nicolò Barella, il centrocampo che più probabilmente vedremo dal 1′ col Milan.

QUALITÀ – La presenza di Eriksen in mediana, assieme a Barella e Brozovic, rappresenta l’upgrade definitivo per il centrocampo di Conte. Questi tre nomi insieme garantiscono il più alto tasso tecnico possibile, e questa può essere la chiave di lettura di questa seconda parte di stagione. Eriksen e Brozovic non sembravano ben amalgamati assieme, ma Conte sta lavorando per differenziarne bene i compiti tattici. Schierare entrambi consente all’Inter di avere più qualità al centro, creando non pochi grattacapi agli avversari. Che ora dovranno provando a disinnescarli entrambi, rischiando un forte squilibrio. E, considerando che il danese opera sulla sinistra, questo può ampliare ancora di più gli spazi a destra, dove sappiamo che l’Inter predilige militarizzare il campo.

PIANI DA RISCRIVERE – In vista del derby contro il Milan (domenica alle 15), la presenza di Eriksen rappresenterà il principale cruccio per i rossoneri. Stefano Pioli non dovrà più chiedere alla sua mediana di marcare stretto Brozovic, per limitare gli sbocchi di gioco dell’Inter. Ora dovrà concentrarsi anche sul numero 24, regalando per forza di cose più spazio tra le linee basse. Di fatto, sarà difficile per i rossoneri approntare un blocco basso, la vera kryptonite per la squadra di Conte. Il derby sarà quindi il definitivo banco di prova per giudicare il nuovo approccio dell’ex Tottenham, osservato speciale numero uno dopo la prodezza in Coppa Italia.




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.