Conte: “Piano B? Le sostituzioni. Speriamo di riuscire a cedere qualcuno”

Articolo di
13 Dicembre 2020, 15:21
Antonio Conte Inter Antonio Conte Inter
Condividi questo articolo

Antonio Conte ha rilasciato queste dichiarazioni, ai microfoni di DAZN, dopo il triplice fischio di Cagliari-Inter, match valido per l’undicesima giornata del campionato di Serie A

VITTORIA SOFFERTA Cagliari-Inter è finita 1-3. Antonio Conte ha parlato così, ai microfoni di DAZN, nel post gara: «Sono stati molto bravi i miei ragazzi, nonostante nel primo tempo c’erano state tante occasioni e ci siamo ritrovati sotto. Quando ci sono queste situazioni, si possono offuscare scelte e cervello. Ma i ragazzi hanno dato una grande risposta, merito a loro. Gara simile a quella con lo Shakhtar Donetsk? Sicuramente un allenatore deve essere preoccupato quando non creiamo, noi sempre ne produciamo sempre tante. Inevitabile che se non concretizzi, anche per imprecisioni e miracoli dei portieri come Cragno, per distacco il migliore oggi, un po’ di ansia ti viene. Crei, crei ma se ti va bene pareggi, altrimenti perdi. Christian Eriksen? Io valuto la prestazione di tutti, non mi piace soffermarmi sui singoli e non sarebbe giusto. Abbiamo fatto una prestazione positiva sia per quello che abbiamo prodotto, sia perché eravamo in svantaggio e abbiamo trovato la forza di vincere contro una squadra sempre molto ostica. Siamo con l’elmetto e sott’acqua. Due aspetti della partita: quella che avevamo preparato, giocata bene e abbiamo creato tante palle gol senza riuscire a sfruttarle; e sulla determinazione. Ad un certo punto ci siamo dovuti arrangiare e buttare il cuore oltre l’ostacolo. In alcune partite bisogna fare questo e sono contento. Le scorie della Champions League, e la delusione di aver dominato andata e ritorno, erano nella testa e nelle gambe. Sono stati bravi i ragazzi a ribaltare un risultato che per me era nettamente ingiusto. Proseguiamo il cammino cercando di continuare a migliorare».

RISORSE – Sul cambio di modulo: «Piano B? La mia era una battuta – ha detto Conte-. Consiste nel cercare, con i cambi, di essere più offensivi o più ermetici. Inevitabile che, quando si fa, diamo più spazio all’improvvisazione e a quello che può capitare, anche i contropiedi, come successo nel secondo tempo. Al tempo stesso, cerchi di mescolare le carte. Come dico sempre, devi avere anche a disposizione tutti per poter fare questo. Se hai infortunati, o giocatori fuori forma, non lo puoi fare. Capisco che dall’esterno ci siano giudizi, ma chi è dentro non può dire tutto. Io e Barella simili? Nicolò è un calciatore giovane, ha qualità importanti e ha bisogno di disciplinarsi. Ha talmente tanta energia che per strafare commette piccole ingenuità. Parliamo di un calciatore che è da due anni qui, sta crescendo in maniera importante. Sono tanti i prospetti top, dobbiamo lavorarci sopra e cercare di alzare il livello. In modo che a fine carriera abbiano lasciato il segno, vincendo qualcosa, non partecipando. Scudetto? Ci sono valutazioni più obiettive da fare, come il discorso sulle sostituzioni. Da fuori si vedono situazioni che poi non sono proprio reali. Ma va bene così, importante che io e la società sappiamo problematiche e difficoltà, che abbiamo condiviso e accettato ad inizio percorso. Sapevamo che ci sarebbero state situazioni non ottimali, ma abbiamo condiviso anche queste situazioni. Andiamo avanti sperando che si possa migliorare qualcosa, con qualche giocatore che può andare a giocare, in modo tale da renderci più snelli, effettivi e funzionali».



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.