Conte: “Fase due, ecco chi riapre. Autocertificazioni e mascherine…”

Articolo di
26 Aprile 2020, 10:37
Giuseppe Conte
Condividi questo articolo

Giuseppe Conte, presidente del Consiglio dei ministri italiano, oggi nel corso di una lunga intervista rilasciata su “Repubblica” ha parlato ancora una volta della fase 2, specificando chi potrà riaprire e in quali modalità, in attesa del nuovo Dpcm.

FASE DUEGiuseppe Conte nel corso dell’intervista spiega alcune modalità della fase 2, caratterizzata dalla riapertura di alcuni settori economici: «Stiamo lavorando, proprio in queste ore, per consentire la ripartenza di buona parte delle imprese, dalla manifattura alle costruzioni per il 4 maggio. Non possiamo protrarre oltre questo lockdown: rischiamo una compromissione troppo pesante del tessuto socio-economico del Paese. Annunceremo questo nuovo piano al più tardi all’inizio della prossima settimana. La condizione per ripartire sarà il rigoroso rispetto dei protocolli di sicurezza, per i luoghi di lavoro, per le costruzioni e per le aziende di trasporto. Nel rispetto di queste condizioni rigorose, potranno riaprire, già la settimana prossima, passando però dal vaglio dei prefetti e con autocertificazione, attività imprenditoriali che consideriamo “strategiche”, quali lavorazioni per l’edilizia carceraria, scolastica e per contrastare il dissesto idrogeologico, come pure attività produttive e industriali prevalentemente votate all’export. Annunceremo un programma di ripresa anche per le restanti attività economiche, anche se anticipo subito che bar e ristoranti non riapriranno il 4 maggio. Stiamo però lavorando per consentire ai ristoranti non solo consegne a domicilio ma anche attività di asporto».

AUTOCERTIFICAZIONE – Conte risponde anche a una domanda riguardo l’uso dell’autocertificazione all’interno del proprio comune: «Entro fine maggio nessuna autocertificazione? Non siamo ancora nella condizione di ripristinare una piena libertà di movimento, ma stiamo studiando un allenamento delle attuali, più rigide restrizioni. Ho già anticipato che non ci sarà un “liberi tutti”. Faremo in modo di consentire maggiori spostamenti, conservando, però, tutte le garanzie di prevenzione e di contenimento del contagio».

MASCHERINE – Conte parla in merito alla vendite delle mascherine: «Introdurremo presto un prezzo calmierato, in modo da evitare speculazioni e abusi di mercato. Quando alla riduzione dell’Iva, in realtà farò di tutto per pervenire al più presto alla completa eliminazione dell’Iva».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE