Conte: “Da lunedì via autocertificazione. Ripresa campionato? Prima…”

Articolo di
16 Maggio 2020, 21:02
Giuseppe Conte Giuseppe Conte
Condividi questo articolo

Giuseppe Conte, Primo Ministro della Repubblica Italiana, ha parlato in conferenza stampa da Palazzo Chigi riguardo alle ulteriori misure per la Fase 2, per la riapertura delle attività commerciali e la ripresa degli allenamenti sportivi. Un commento anche sulla discussa ripresa del campionato.

NUOVE MISURE – Giuseppe Conte, in conferenza stampa, ha parlato di alcune ulteriori misure per la riapertura e per la Fase 2: «Sono già stati studiati protocolli che, insieme alle linee guide nazionali, serviranno a garantire la sicurezza in questa Fase 2. Stiamo affrontando un rischio calcolato, nella consapevolezza che la curva epidemiologica possa tornare a salire. Il primo principio è la tutela della vita e della sicurezza, ma va declinato diversamente. Dobbiamo accettare questo rischio o non possiamo ripartire, non possiamo permetterci di aspettare il vaccino. I principali contenuti del nuovo Decreto Legge e del nuovo DPCM prevedono lo spostamento senza limitazione da lunedì nelle Regioni, via alle autocertificazioni. Questo significa uscire di casa senza giustificare le ragioni dello spostamento. Riprende anche la vita sociale, gli incontri con gli amici. Rimane il divieto di uscire di casa per chi viene posto in quarantena e per chi ha sintomi riconducibili al COVID-19. Resta il divieto di creare assembramenti di persone in luoghi pubblici. Bisognerà rispettare la distanza di un metro e raccomandiamo di portare sempre con sé la mascherina. Da una regione a un’altra ci si può spostare per esigenze lavorative, di salute o urgenze. Queste limitazioni tra regioni resteranno in atto fino al 3 giugno. Dal tre giugno sarà possibile muoversi anche negli stati dell’Unione Europea senza quarantena per chi arriva verso l’Italia».

RIPRESA – Conte ha specificato anche le modalità di ripresa del Paese italiano, sport compreso: «Da lunedì potranno riaprire le attività: bar, parrucchieri, ristoranti, pub, stabilimenti balneari. Riprendono anche le celebrazioni liturgiche. Riprendono anche gli allenamenti degli sport di squadra. Tutte le attività commerciali e di ristorazione dovranno attenersi a delle linee guida di sicurezza. Servirà cautela e attenzione da parte di tutti, in particolar modo a quelle regioni come la Lombardia dove ci si trova nella fascia del rischio moderato. Sono consapevole che le difficoltà economiche non spariranno di colpo una volta riaperte queste attività. Il Decreto Rilancio, nonostante una cifra considerevole, non potrà essere la soluzione di tutti i problemi che stiamo vivendo, però stiamo dando una mano a chi deve ripartire. Dobbiamo correre e far correre la nostra economia. Nelle prossime ore ci dedicheremo al Decreto sulle semplificazioni».

INCONTRO – Il Primo Ministro Conte ha anche parlato di un incontro con il presidente della FIGC Gabriele Gravina per la ripresa del campionato di calcio: «Il campionato di calcio è un tema molto caldo e il Ministro Spadafora sta seguendo ottimamente e con molta attenzione tutta la situazione. Bisogna capire e aspettare si realizzino le condizioni per la ripresa non solo del calcio, ma di tutti gli sport, in totale sicurezza. Per avere una data per un incontro bisogna prima avere delle certezze che al momento non ci sono. Speriamo si possano trovare quanto prima».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE