Conte: “Gli allenatori devono capire le caratteristiche dei calciatori. Ruoli…”

Articolo di
20 Ottobre 2020, 00:19
Antonio Conte Inter Antonio Conte Inter
Condividi questo articolo

Conte ha rilasciato un’intervista per promuovere il videogioco FIFA 21. L’allenatore dell’Inter ha parlato di come, nel suo ruolo, si debba gestire una rosa di venticinque o più calciatori e come riuscire a farli rendere al meglio. Di seguito le sue dichiarazioni.

COME GESTIRE?Antonio Conte spiega come un allenatore può raggiungere i risultati: «Il segreto del successo è sempre il lavoro, la passione, la voglia di migliorarsi e di continuare a studiare. Il calcio cambia. La più grande sfida per un allenatore, nella gestione dei calciatori, è riuscire a far pensare ventiquattro persone con il noi e non con l’io. Penso che ogni bravo allenatore debba capire, prima di tutto, le caratteristiche del proprio calciatore, cercare di esaltare i pregi e di trovare una posizione dove limi i difetti, gli aspetti più deboli. Al Chelsea c’era Victor Moses che era praticamente un’ala offensiva, l’ho messo a giocare come terzino e ha scoperto in quella posizione di essere tra i migliori».

COME ADATTARE? – Conte spiega il segreto dell’interazione fra tecnico e giocatore: «Sta soprattutto nella visione che ogni allenatore deve avere, e nella visione di un calciatore. Però è molto bello quando vedi questi cambiamenti, ottieni dei risultati importanti e il calciatore è felice. Per un allenatore è importante cercare il tipo di calciatore che possa avvicinarsi alla propria voglia di fare calcio. Bisogna essere bravi e avere visione, perché spesso durante la stagione nel mercato di gennaio riuscire a trovare l’elemento giusto, anche in prestito, diventa importante».

LA PREPARAZIONE – Per Conte l’allenamento è chiave. L’allenatore dell’Inter spiega perché: «Di solito l’approccio all’allenamento è più collettivo, anche perché cerchi di allenare la squadra a quello che vuoi fare, sia nella fase offensiva sia nella fase difensiva. Cerco di far migliorare i giocatori nel movimento collettivo. Quello che dico sempre ai giocatori è che se vogliamo giocare a ritmi intensi ci dobbiamo allenare a fare questo. Ecco perché cerco sempre di chiedere ai miei calciatori aspetti e situazioni che si vedranno in partita. È importante entrare nella testa del calciatore e cercare di trovare il giusto canale per entrargli in testa e trovare il massimo da lui».



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




<!--//<![CDATA[ var m3_u = (location.protocol=='https:'?'https://servedby.publy.net/ajs.php':'http://servedby.publy.net/ajs.php'); var m3_r = Math.floor(Math.random()*99999999999); if (!document.MAX_used) document.MAX_used = ','; document.write (""); //]]>-->

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.