Chivu: “Inter 2010, Eto’o+Milito: che colpi! Mourinho ci stimolava”

Articolo di
20 Maggio 2020, 21:57
Condividi questo articolo

Chivu è ospite di Inter Calling #Timeless2010. Il difensore, spesso titolare sulla fascia sinistra nella stagione dei record, ripercorre le tappe fondamentali della stagione dei record. Di seguito le sue dichiarazioni e gli elogi per Milito, Eto’o e Mourinho, riportate da “Inter.it”

DAL MERCATO A MOUCristian Chivu e i passaggi decisivi del 2010: «Chi è arrivato quell’estate ha dato qualcosa alla squadra, poi abbiamo trovato giocatori importanti come Milito e Samuel Eto’o. Già in Supercoppa anche se abbiamo perso abbiamo fatto una buona partita, soprattutto nel secondo tempo si sono visti i segni di una squadra forte. Ci allenavamo tantissimo per farci trovare pronti la domenica e Mourinho ci ha stimolato anche a livello mentale per farci capire che potevamo vincere contro chiunque poi avevamo l’umiltà e la voglia di fare bene. Abbiamo fatto una grande stagione».

BRUTTO INFORTUNIOCristian Chivu racconta il brutto stop contro il Chievo: «Il mio infortunio? Vista la gravità i dubbi li avevo anche io ma mi avevano assicurato che sarei tornato come prima, dipendeva da me se prima o dopo, nel frattempo ho sempre sentito i miei compagni vicino. Anche in questo Mourinho mi ha sempre stimolato per superare la paura e l’incertezza, già per Londra mi propose di partire con la squadra, ma mancava ancora un pochino. In Romania si dice che per conquistare qualcosa di importante c’è bisogno di un sacrificio. C’è anche una leggenda su questo e quando ero in terapia intensiva mia moglie mi disse che quello era stato il sacrificio e che avremmo vinto la Champions quella stagione e la presi per pazza».

 


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE