Primo Piano

Brozovic l’uomo in più per il derby? Ecco l’analisi di Milan-Inter

Brozovic si candida come uomo derby per l’Inter dopo il primo gol in carriera in Champions League, ma nel frattempo fa parlare di sé anche per la questione spinosa legata al rinnovo del contratto. Non resta che aspettare una risposta sul campo in Milan-Inter, prossimo posticipo domenicale di Serie A

Alzi la mano chi si aspettava un salto di qualità del genere da parte di Marcelo Brozovic nel corso delle ultime stagioni. Sì, probabilmente in tanti ci speravano. Ma che diventasse davvero il faro del centrocampo nerazzurro, non era facile da prevedere. Soprattutto per le personalità con cui si è ritagliato un simile ruolo.

Sia Antonio Conte che, adesso, Simone Inzaghi, infatti, hanno dimostrato in più di un’occasione come Brozovic fosse l’unico insostituibile nello scacchiere interista. Anche gli appassionati di pronostici calcio hanno compreso quanto il croato sia diventato importante per l’Inter anche a livello realizzativo. Dal momento che il vizietto del gol non se l’è di certo tolto, nonostante i chilometri macinati durante le partite e la marcatura, spesso a uomo, decisa dagli avversari.

Il derby lo scenario ideale per il croato

Il gol messo a segno in casa dello Sheriff Tiraspol in Champions League mette ancora una volta in chiaro come Marcelo Brozovic, in questa formazione, sia un punto di forza imprescindibile. Visto che sta guidando alla grande, in compagnia di un altro top a livello europeo come Nicolò Barella, il centrocampo dell’Inter.

Detto questo, si sta avvicinando un’altra grande occasione per splendere. Ovvero il derby contro i cugini rossoneri. A questo proposito, un’interessante analisi del match è stata pubblicata sul blog sportivo L’insider e ha visto come protagonisti due grandi ex calciatori come Nando Orsi e Fulvio Collovati. L’ex numero uno della Lazio, infatti, ha sottolineato come finalmente sarà una sfida importante in ottica scudetto. Cosa che è accaduta poche volte nel corso degli ultimi anni. Ma il Milan potrebbe essere la favorita, anche per una mera questione di punti ottenuti in classifica fino a questo momento e di compattezza dimostrata in queste prime undici giornate.

I papabili protagonisti in Milan-Inter

Potrebbe essere, però, il derby di Marcelo Brozovic. Sono tanti i calciatori che possono diventare uomini di copertina per l’Inter nella stracittadina di domenica. A partire da Barella fino ad arrivare a Edin Dzeko, passando per Milan Skriniar e Lautaro Martinez. Ma in ogni caso un po’ tutti hanno un alter ego, mentre il centrocampista croato è unico in questa squadra.

Un vero e proprio faro in mezzo al campo, crescendo in maniera costante nel corso degli ultimi anni. Ormai è assodato che se Brozovic gira, allora riesce a girare anche tutta la squadra. Sempre più di frequente, in effetti, i tecnici avversari stanno mettendo in atto degli accorgimenti per cercare di limitare il più possibile il centrocampista croato, spesso francobollato da un avversario in marcatura per tutta la partita.

Con Antonio Conte, però, Brozovic è cresciuto notevolmente, mettendo in campo un tasso di qualità sicuramente più alto, ma intanto continuando a macinare chilometri come se non ci fosse un domani. Personalità con la palla al piede e capacità di andare a cercare gli spazi giusti per far male agli avversari, con una pazienza che è sicuramente sintomo di rinnovata maturità.

Brozovic richiesto in tutta Europa

Proprio per via del suo rendimento che è migliorato notevolmente, è abbastanza facile intuire come le sirene dall’estero siano aumentate nel corso degli ultimi mesi. Ecco spiegato il motivo per cui la questione rinnovo con la società nerazzurra si sta facendo leggermente più spinoso.

Eppure, è stato il direttore sportivo dell’Inter Piero Ausilio a mettere in evidenza come ci sia tutta l’intenzione di provvedere all’estensione del contratto del nazionale croato. Presto ci sarà l’incontro, ma è chiaro che sarà importante capire anche le richieste dell’entourage di Brozovic. La sensazione è che l’Inter farà tutto il necessario, ma alla fine il croato potrebbe anche lasciarsi affascinare da sirene estere e da ingaggi più alti, che attualmente all’Inter non si possono permettere.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button