Berni certo: «Handanovic titolare all’Inter ancora per tanti anni! Hakimi top»

Articolo di
1 Febbraio 2021, 14:10
Tommaso Berni Tommaso Berni
Condividi questo articolo

Berni – ex portiere dell’Inter -, intervenuto sulle frequenze di Radio Nerazzurra, viene interpellato sulla partita di domani contro la Juventus. Non manca ovviamente una domanda sul futuro sull’amico ed ex collega Handanovic, attuale capitano e numero 1 interista. A fine articolo è accessibile il contenuto audio dell’intervista a Berni

RISULTATO IMPRONOSTICABILE – La prima stagione lontano da Appiano Gentile non è facile per un tifoso come Tommaso Berni, già immerso nel prossimo impegno in campo: «È veramente troppo difficile secondo me fare un pronostico. Sono partite da tripla, dove gli episodi faranno sicuramente la differenza. Chi avrà più il coltello tra i denti, secondo me, porterà a casa la finale di Coppa Italia. Sicuramente saranno già due finali, perché sono due grandissime squadre. Credo anche le squadre più forti del campionato. Quindi l’Inter dovrà sicuramente ripetersi. Vorrà sicuramente rifare una grandissima prestazione sotto ogni punto di vista come ha fatto in campionato e la Juventus dovrà ricorrere un po’ ai ripari. Chiedere o dire quello che Andrea Pirlo dovrà fare non spetta a me, però sicuramente saranno partite aperte, da tripla, sia all’andata sia al ritorno. Sono le due società italiane più importanti, insieme al Milan. Quando giochi quelle partite l’attenzione è alta e al massimo livello, perché poi andavi a scontrarti contro la squadra più forte in Italia negli ultimi anni. E quindi è super avvincente. Non puoi sbagliare niente. Per tutti questi anni, hanno dimostrato che sono veramente terribili negli sbagli altrui. Sanno sempre cogliere l’occasione giusta. Però io adesso vedo un’Inter veramente molto solida e molto forte in ogni reparto. Sta crescendo la consapevolezza di diventare una squadra sempre più forte e quindi sono le partite più belle. Peccato che non ci sia il pubblico».

ASSENTI E PRESENTI – La formazione anti-Juventus avrà due assenze pesanti e Berni non nasconde il dispiacere: «Sappiamo tutti l’importanza di quel tipo di giocatori. Romelu Lukaku, già dall’anno scorso, ha dimostrato tutto il suo potenziale e secondo me ha ancora dei grandi margini di miglioramento. Deve ancora arrivare il Romelu più forte. Achraf Hakimi sta dimostrando tutte le sue qualità. Credo sia l’esterno più forte e promettente a livello internazionale. Sicuramente delle loro assenze ne avremmo fatto a meno di non averli nella partita. Christian Eriksen e Marcelo Brozovic sono giocatori con caratteristiche diverse, però li accomuna un grande senso tattico e una grande visione di gioco. Perché no? Secondo me potrebbero anche coesistere, però sono certo che il mister valuta e valuterà in questi giorni. E sono convinto che troverà la soluzione migliore».

PRESENTE E FUTURO – Berni non ha dubbi su chi difenderà la porta nerazzurra nei prossimi anni: «Io sono convinto che Samir Handanovic ancora per diversi anni sarà il titolare dell’Inter. Le piccole sbavature che ci sono state fanno parte del ruolo. Però poi, quando ha dovuto rispondere pronto nei momenti decisivi, proprio come nella partita con la Juventus in campionato, ha tirato fuori una parata impressionante. Io sono convinto che l’Inter sia ancora in buone mani. Sicuramente qui in Italia ci sono ottimi portieri che stanno facendo grandi campionati negli ultimi anni. Mi verrebbe da citartene due che posso vedere in futuro con una probabile sistemazione all’Inter e sarei anche contento per loro. Sia Juan Musso sia Alex Meret, che hanno un grande potenziale e ancora grande margini di miglioramento, vista anche la giovane età».

Ascolta “Sensazioni & Speranze: Inter – Juventus Coppa Italia 20/21 – Tommaso Berni” su Spreaker.



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.