Bergomi: “È l’Inter di Conte. Sensi? Mi ha sorpreso e su Barella…”

Articolo di
13 settembre 2019, 09:49
Giuseppe Bergomi

La “Gazzetta dello Sport” ha intervistato Giuseppe Bergomi. L’ex difensore ha parlato di Inter, soffermandosi su Sensi e Barella.

L’INTER DI CONTE – «È già l’Inter di Conte. Il lavoro di Antonio si vedeva già dopo la prima amichevole a Lugano. Conte è così, parte con le sue idee, trasmette i concetti e i giocatori devono rispondere in fretta. Penso alle prime due partite, molto diverse. Il Lecce ha provato a fare il suo calcio ed è stato travolto 4-0. A Cagliari invece Maran s’è messo a specchio, non concedendo spazio. E c’è voluta la giocata di grande qualità di Sensi nel rigore procurato per vincere la partita».

DUTTILE – «Sensi ha dimostrato pure in Nazionale di avere qualità e personalità. E poi credo che la sua grande forza sia la capacità di giocare in qualsiasi ruolo del centrocampo ad altissimi livelli. Può fare il regista, il trequartista o la mezzala, con risultati sempre eccellenti. Sapevo che era un grande acquisto, ma non me lo aspettavo già così decisivo».

CARATTERISTICHE IDEALI – «Barella è più istintivo e anche per questo sta facendo un po’ più di fatica. È arrivato in ritardo ed è ancora un po’ indietro dal punto di vista delle conoscenze. Però ha tutte le caratteristiche del centrocampista ideale per il gioco di Conte: strappa, recupera palla, si inserisce. Sia chiaro, Barella a me piace tantissimo».

IL GAP CON LA JUVE – «La Juve è ancora la più forte, però siamo nell’anno del cambiamento e nulla può essere scontato. Quindi mi sento di dire che se la Juve dovesse avere problemi stavolta l’Inter sarà lì a lottare fino alla fine: i 20 punti di distacco non ci sono più».

Fonte: Vincenzo D’Angelo – La Gazzetta dello Sport

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE