Benevento-Inter 2-5, pokerissimo nerazzurro: c’è anche Lautaro Martinez

Articolo di
30 Settembre 2020, 19:54
Lautaro Martinez Inter-Fiorentina Lautaro Martinez Inter-Fiorentina
Condividi questo articolo

Termina Benevento-Inter, sfida valevole per il recupero della prima giornata del campionato di Serie A. I nerazzurri calano il pokerissimo, trovando anche la quinta rete con Lautaro Martinez dopo le quattro già segnate nella prima frazione di gioco. Gianluca Caprari trova la doppietta personale.

SECONDO TEMPO Dopo il primo tempo terminato sul punteggio di 1-4, riprende Benevento-Inter. Al 47′ altra decisione inspiegabile del direttore di gara: Montipò in uscita spinge e abbatte Stefano Sensi, ma invece di fischiare un possibile calcio di rigore per i nerazzurri concede la punizione ai padroni di casa. Al 49′ brivido per i nerazzurri: Moncini prende in infilata Kolarov e parte verso la porta di Handanovic, ma al posto di mettere in mezzo per Dabo tutto solo preferisce far partire il destro che si spegne sul palo. Al 51′ finisce la partita di Arturo Vidal che esce zoppicando e lascia il posto a Nicolò Barella. Al 63′ fuori Moncini e al suo posto entra Gianluca Lapadula per i padroni di casa. Appena entrato l’ex attaccante rossonero va vicino alla rete del 2-4: gran tiro di Letizia a incrociare, risponde Handanovic e il pallone finisce addosso all’attaccante che però non riesce a trovare il tap-in vincente. Al 65′ triplo cambio per Antonio Conte: fuori Romelu Lukaku, Stefano Sensi e Ashley Young, al loro posto Lautaro Martinez, Marcelo Brozovic e Ivan Perisic. Al 70′ Roberto Gagliardini va vicino alla doppietta personale! Azione insistita dei nerazzurri, Perisic appoggia per il numero cinque il cui tiro si stampa sulla traversa. Il gol non tarda molto ad arrivare, al 71′ infatti Sanchez appoggia su Lautaro Martinez che trova un potente destro da fuori area per l’1-5. Al 74′ altra decisione a dir poco scandalosa del tandem arbitro-VAR: Barella approfitta del rimpallo dopo un intervento di Montipò su Sanchez, Tuia para nettamente con la mano il pallone destinato a finire in porta, ma anche qui non arriva il calcio di rigore. Al 76′ prova a trovare una reazione la squadra di casa, con Caprari che approfitta di un’altra indecisione difensiva degli ospiti e infila la rete del 2-5. Al 78′ ennesima percussione di uno scatenato Achraf Hakimi sulla destra, palla per Ivan Perisic che tutto solo a porta vuota si divora il gol appoggiando il pallone a lato. All’81’ arriva anche l’ultimo cambio per Conte, con Christian Eriksen che prende il posto di Gagliardini. All’84’ occasione enorme per la squadra di Inzaghi: Gianluca Lapadula si trova tutto solo a tu-per-tu con Samir Handanovic che resta in piedi fino all’ultimo e riesce a parare a mano aperta la conclusione dell’attaccante giallorosso. Al 90′ seconda traversa per i nerazzurri, con Christian Eriksen che prova un fanstastico sinistro, ma è il legno a impedirgli la gioia del gol. Dopo tre minuti di recupero termina Benevento-Inter, seconda vittoria di fila in vista delle prossime due difficili sfide contro Lazio Milan.

BENEVENTO 2 – 5 INTER

MARCATORI: Lukaku (I) al 1′ e al 28′, Gagliardini (I) al 25′, Caprari (B) al 33′ e al 76′, Hakimi (I) al 42′, Lautaro Martinez (I) al 71′

BENEVENTO (4-3-2-1): 1 Montipò; 11 Maggio, 15 Glik, 5 Caldirola, 93 Barba; 29 Ionita, 28 Schiattarella, 14 Dabo; 19 R. Insigne, 17 Caprari; 21 Moncini.

A disposizione: 12 Manfredini, 80 Gori, 3 Letizia, 4 Del Pinto, 9 Lapadula, 13 Tuia, 16 Improta, 18 Foulon, 20 Di Serio, 25 Sau, 44 Iago Falque, 56 Hetemaj.

Allenatore: Filippo Inzaghi

INTER (3-4-1-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 de Vrij, 11 Kolarov; 2 Hakimi, 22 Vidal, 5 Gagliardini, 15 Young; 12 Sensi; 9 R. Lukaku, 7 Sanchez.

A disposizione: 27 Padelli, 97 I. Radu, 10 Lautaro Martinez, 13 Ranocchia, 14 Perisic, 23 Barella, 24 Eriksen, 29 Dalbert, 33 D’Ambrosio, 77 Brozovic, 95 A. Bastoni, 99 Pinamonti.

Allenatore: Antonio Conte

Note: Palo di Moncini (B) al 49′, traversa di Gagliardini (I) al 70′, traversa di Eriksen (I) al 90′; Ammoniti: Schiattarella (B) al 73′; Sostituzioni: Letizia per Barba (B) al 37′, Tuia per Insigne (B) al 46′, Foulon per Maggio (B) al 46′, Barella per Vidal (I) al 51′, Moncini per Lapadula (B) al 63′, Lautaro Martinez per Lukaku (I) al 65′, Brozovic per Sensi (I) al 65′, Perisic per Young (I) al 65′, Hetemaj per Dabo (B) al 70′, Eriksen per Gagliardini (I) all’81’; Recupero: 2′ (PT), 3′ (ST)



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE