Bastoni: “Inter gruppo unito, Conte e Godin mi aiutano molto! Scudetto…”

Articolo di
14 novembre 2019, 16:40
Alessandro Bastoni

Bastoni ha fatto ritorno in anticipo dal ritiro dell’Italia Under 21 per via di un infortunio (vedi articolo). Il difensore dell’Inter, oggi ospite insieme a Sensi all’Inter Store Milano di via Passarella (vedi articolo), ha parlato ai microfoni di “Sky Sport”. Di seguito le sue dichiarazioni

SOGNO Alessandro Bastoni ha lasciato il ritiro dell’Italia Under 21, rimettendosi dunque a disposizione dell’Inter di Antonio Conte. Il difensore nerazzurro parla così ai microfoni di “Sky Sport”: «Perché il numero 95? E’ la data di nascita di mio fratello, essendoci un legame forte con lui è come se lo portassi sempre in campo. Nemmeno nelle mie più rosee speranze avrei pensato di essere qui, è un sogno che vivo giorno dopo giorno e spero di continuare così. Sto migliorando tanto grazie a gruppo e all’allenatore e spero di andare avanti così».

IMPORTANTE – Bastoni parla anche dell’importanza di Conte: «Conte non poteva capitarmi in un momento migliore, lui lavora con i giovani al meglio. E’ un grande allenatore, cerca sempre di spronarmi e mi dice di non accontentarmi mai. Scudetto? Noi sappiamo che è difficile colmare questo gap con la Juventus, lavoriamo giorno per giorno per vincere ogni partita, se saremo ancora lì alla fine valuteremo».

GIOCO – Il difensore nerazzurro svela come vive il suo rapporto con San Siro: «Io purtroppo nella mia vita ho vissuto esperienze che mi hanno cambiato, quindi vivo il calcio come un gioco sereno. Che sia San Siro o un altro stadio mi concentro e basta. E’ chiaro che giocare davanti a 80mila persone è differente ma io mi diverto e penso solo a quello. I giocatori di esperienza all’Inter? Oltre alle caratteristiche di giocatori ormai affermati, cosa vorrei avere io di loro tra dieci anni è la capacità di consigliare e di essere delle brave persone a livello umano».

ESPERIENZA E GRUPPO – Bastoni, per finire, svela quali sono i consigli di Diego Godin: «Cosa mi dicono? E’ come se fossi il loro fratello minore. Godin mi insegna tanto a livello di marcatura, lui è un maestro in quello. Mi danno tutti grandi consigli. Ci vogliamo bene, siamo un bel gruppo. Tutti a modo loro mi insegnano tante cose, sia in campo che fuori. E’ questa la loro più grande caratteristica. Al di là del mister siamo tanti italiani, stiamo bene insieme, anche fuori dallo spogliatoio. Vai al campo con il sorriso, questo è fondamentale».

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE