Ausilio: “Non siamo solo carattere! Su Keita, Spalletti, Icardi e il mercato…”

Articolo di
11 ottobre 2018, 19:00

Piero Ausilio, Direttore Sportivo dell’Inter, è stato intervistato ai microfoni di “Sky Sport” a margine della presentazione ufficiale del libro scritto dal dottor Piero Volpi, responsabile medico dell’Inter, e ha parlato del momento nerazzurro e non solo

Carattere dell’Inter contro bel gioco del Milan, come ha detto Moratti sul derby?
«Carattere di sicuro, secondo me c’è anche qualcosa di più perché con il solo carattere puoi fare cose buoni ma per farle importanti ci vuole anche qualità. Penso che l’Inter abbia dimostrato tutto questo nelle ultime giornate, non vinci 6 partite soltanto con il carattere che comunque abbiamo e ci teniamo ben stretto. Cerchiamo di migliorare anche laddove possiamo fare qualcosa in più alla nostra qualità

Come stanno Marcelo Brozovic, Danilo D’Ambrosio e Sime Vrsaljko in vista del derby?
«Sono rimasti con noi a lavorare, nel caso di Brozovic a recuperare perché era infortunato. Per quanto riguarda Vrsaljko abbiamo avuto una buonissima collaborazione col team della Croazia perché aveva sì giocato con la SPAL ma veniva da un lungo periodo di inattività. Rimanere qui lo metterà nelle condizioni migliori sia per noi che per la sua nazionale. D’Ambrosio ha un’infiammazione al ginocchio, non grave, pensiamo e speriamo che sia a disposizione di Spalletti già per il derby

Leonardo ha detto che il Milan ora ha grande consapevolezza di ciò che può fare, l’Inter cosa deve tirare fuori?
«In vista del derby l’Inter è consapevole del lavoro che ha impostato a partire dall’anno scorso perché veniamo da una stagione positiva in cui è stato centrato l’obiettivo Champions League. Se ha consapevolezza il Milan, figuratevi quanta ne abbiamo noi! Ci giochiamo il campionato e il girone di Champions al massimo, sono convinto che l’Inter delle ultime settimane sia la base da cui poter costruire un’Inter ancora più forte. Abbiamo inserito 6-7 calciatori nuovi, alcuni dopo il Mondiale, era inevitabile che nelle prime partite ci fosse qualche difficoltà, ora sono alle spalle e siamo forti e consapevoli di essere una squadra di qualità e vogliamo dimostrarlo già dal derby

Soddisfatto del rendimento dei nuovi o si aspetta di più da qualcuno come Keita?
«Tutti i nuovi possono fare meglio, non è questione di singoli. La condizione ideale verrà trovata tra ottobre, novembre e dicembre. Keita è arrivato gli ultimi giorni di mercato e non aveva una condizione delle migliori , ha lavorato tanto e bene e sono convinto che sarà utilissimo anche lui perché ha tanta qualità, è duttile ed è un’operazione che abbiamo studiato insieme all’allenatore prima di farla. Nell’uno contro uno, nell’esplosività e nela capacità di saper giocare in tanti ruoli aggiunge tutte cose che migliorano questa rosa

Farete un regalo a Spalletti sul mercato e il rinnovo di Icardi in caso di qualificazione agli ottavi di Champions?
«Spalletti non ha bisogno di regali, è felicissimo all’Inter e ha da poco deciso di rinnovare questo matrimonio di altri 3 anni o anche più perché noi siamo felici con lui e lui altrettanto. Per Icardi stiamo lavorando per questo rinnovo, non ci nascondiamo e da parte nostra c’è la volontà di fare un allungamento e un adeguamento. Ha ancora tre anni di contratto e non è in scadenza, da parte loro c’è collaborazione, ci vediamo, parliamo, non sono cose che hanno un termine e può darsi che si facciano in qualche giorno o qualche mese senza problemi

Avete pronta una risposta a Paquetà, nuovo acquisto del Milan?
«Noi siamo in fase di scouting, guardando tante partite e monitorando, se servirà a migliorare questa squadra nel 2019 sono convinto che l’Inter si farà trovare pronta dopo aver seguito i profili più interessanti. Nella nostra testa l’idea è migliorare sempre l’Inter, se poi servono 1-2 calciatori in più abbiamo una proprietà sensibile e disponibile in questo senso

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE