Antonello: “San Siro, contatti col Milan. Obiettivo CL raggiunto, ora…”

Articolo di
26 ottobre 2018, 18:03
Antonello

Intervenuto durante la conferenza stampa relativa all’Assemblea degli Azionisti, l’Amministratore Delegato dell’Inter Alessandro Antonello ha parlato dei risultati raggiunti dalla società e dei progetti per San Siro

RESOCONTO – «Abbiamo appena concluso l’Assemblea degli Azionisti. I punti all’ordine del giorno erano l’approvazione del bilancio per la stagione 2017-2018 e la nomina dei nuovi membri del CdA e il rinnovo del collegio sindacale, in quanto sono scaduti i termini del loro mandato. Per quanto riguarda il bilancio presentato alcuni numeri che riteniamo essere importanti: trend di crescita generalizzato sul fatturato, ricavi consolidati a 347 milioni di euro, riduzione significativa delle perdite a 17.6 milioni di euro, un trend molto importante di crescita negli ultimi due esercizi. Non vogliamo parlare solo di numeri ma di risultati: inutile ricordare che in ambito sportivo abbiamo raggiunto la qualificazione in Champions League, traguardo molto ambito dal club, di conseguenza siamo stati molto contenti di raggiungere questo che era un punto fermo del piano strategico della società. Nel settore giovanile è stata l’ennesima stagione di successo, abbiamo collezionato altri sette titoli fra maschile e femminile, ancora una volta il settore giovanile dell’Inter dimostra di essere all’avanguardia e ottenere sempre successi importanti. Ci sono altri elementi che vorrei sottolineare perché sono risultati a tutto tondo della società: sapete che l’affluenza allo stadio è un dato molto importante per noi, nella stagione 2017-2018 abbiamo superato il milione di tifosi a San Siro, con una media stagionale per partita di circa 57.500 persone. Anche il numero di abbonamenti ha raggiunto le trentaduemila unità, il record storico della Serie A per incassi di una singola partita l’abbiamo ottenuto con Inter-Juventus. Sono tutti indicatori che dicono che il lavoro degli ultimi due anni sta iniziando a dare i suoi frutti, anche da un punto di vista di strategia social registriamo tassi di incremento molto alti, abbiamo un tasso di crescita dei nostri follower di circa il 50% rispetto all’anno precedente, anche l’idea di investire sulla Media House è stata corretta e a oggi sta dando i risultati attesi. questo sappiamo che è uno strumento per avvicinare i tifosi in tutto il mondo per far vivere il club all’interno, è una frontiera che ci stiamo ponendo ed è solo il primo anno, non potremo che migliorare. Ci seguono circa trecentoquarantasei milioni di tifosi, circa centoquaranta milioni fra l’Asia e il Pacifico di cui novantaquattro in cina e circa settanta in Sud America, testimonianza del fatto che il lavoro che stiamo svolgendo a livello di brand sta dando i suoi frutti. Tutto questo è anche grazie ai risultati sportivi, l’obiettivo primario è avere successo sul campo ma questo è combinato anche dai risultati che sono estremamente positivi anche fuori dal campo. Questi sono stati i numeri che abbiamo voluto condividere con gli azionisti, dopodiché sono stati dati i nuovi membri: non ci sono cambiamenti numerici, rimane nella medesima composizione numerica ed è stato rinnovato il mandato al collegio sindacale».

SAN SIRO – «I progetti ci sono sia per il Centro Sportivo Suning di Appiano Gentile, abbiamo in programma un rinnovamento e allargamento dell’area perché riteniamo sia necessario fornire sistemi addizionali ai giocatori. Stiamo pensando di effettuare lavori di allargamento che inizieranno probabilmente la prossima estate. Per quanto riguarda le infrastrutture e San Siro in particolare stiamo riprendendo i contatti con il Milan per valutare l’eventuale soluzione per uno stadio a Milano, questo fa parte sicuramente della crescita del club: è necessario avere una struttura adeguata e un ammodernamento di San Siro, o un progetto di un nuovo stadio, fa parte delle strategia a lungo termine. Penso ci siano le possibilità concrete, dopo il cambio di proprietà del Milan, sarà un discorso ripreso a breve e daremo un’accelerata dopo tanto tempo che se ne parla».







ALTRE NOTIZIE