Nazionali

Calciatori nerazzurri impegnati con le rispettive nazionali

In ordine Euro 2020 e Coppa America CONMEBOL, e poi ad ottobre Nations League. Queste le prossime manifestazioni per nazionali di calcio maschili che si terranno a partire da giugno e luglio e poi nuovamente in autunno. Tanti i calciatori nerazzurri impegnati in queste competizioni con le rispettive selezioni delle proprie nazionali, molti in cerca del titolo. A cominciare dall’italiano Barella che con Bastoni e molto probabilmente e con l’auspicio dello staff Sensi, va a comporre l’asse nerazzurro per CT Mancini. Sono attesissimi il bomber Romelo Lukaku con il Belgio terzo ai mondiali di Russia 2018, il già citato Barella con l’Italia, che viene da una qualificazione perfetta, e Lautaro Martinez in Sud America con la sua Argentina, nazione che avrà l’onore e l’onere di ospitare la manifestazione in collaborazione con la Colombia.

Verratti Barella - Italia
Verratti Barella – Italia (Copyright: Marco Iacobucci via Imago/OneFootball)

Partendo dalla difesa: Bastoni e Skriniar, ma anche De Vrij con l’Olanda

L’Inter quest’anno ha fatto pienamente il proprio dovere. In attesa di vederla protagonista in Champions League il prossimo anno, competizione in cui esperti e quote delle scommesse sportive, come quelle di Betway, che vedono i nerazzurri fra le prime 15 squadre a quota 17,00 per la vittoria finale al 25 maggio; gran parte dei calciatori si gode la vittoria dello scudetto, ma non il riposo. Eh sì, perché a breve si partirà con le competizioni per le nazionali maggiori e fra Euro 2020 e Coppa America 2020 sono diversi gli atleti dell’Inter che partiranno per i ritiri pre-torneo. Se l’Inter si è cucita il 19 esimo scudetto della propria storia sul petto il merito va sicuramente in larga parte alla migliore difesa del campionato, che ha trovato in Bastoni un uomo inaspettato. Mancini non ha avuto dubbi a chiamarlo fin da subito, da quando tentennava per ovvi motivi a volte in campionato: il CT gli ha sempre dato fiducia. Ci sarà al 100% lui con Skriniar, che invece rappresenterà la Slovacchia che giocherà nel girone con Svezia, Spagna e Polonia. Anche un terzo elemento della migliore difesa della Serie A 2020-2021 sarà protagonista a Euro 2020 e parliamo di De Vrij, protagonista dello scudetto con 32 presenze impreziosite da una rete. Il difensore si ritroverà nel girone con Ucraina, Austria e Macedonia del Nord dell’ex inter ora al Genoa Goran Pandev, alla prima storica partecipazione della propria storia.

Lautaro Martinez e Romelu Lukaku in Inter-Sassuolo (Photo by Tommaso Fimiano, Copyright Inter-News.it)
Lautaro Martinez e Romelu Lukaku in Inter-Sassuolo (Photo by Tommaso Fimiano, Copyright Inter-News.it)

Centrocampo e attacco: le “vere” stelle attese dell’Inter

Il valore totale della rosa dell’Inter ammonta a oltre 628 milioni di euro al 2021, e consta di ben 18 nazionali. Numeri che fanno comprendere l’importanza del patrimonio tecnico in possesso del club nerazzurro che si affaccia al prossimo campionato con entusiasmo e con un’ossatura da grande squadra. In particolare i pezzi pregiati nerazzurri sono i due attaccanti Romelo Lukaku e Lautaro Martinez che rispettivamente valgono 90 e 70 milioni, coprendo praticamente più di un quarto del valore totale della squadra nerazzurra. Sono i più attesi, Lukaku con il Belgio per confermare quanto di meraviglioso e storico fatto al Mondiale Russia 2018 con il terzo posto strappato all’Inghilterra. La squadra del centravanti interista sarà impegnata nel girone B e si troverà di fronte quindi molto probabilmente il compagno di squadra Eriksen che gioca con la Danimarca. Dall’altra parte del mondo e precisamente in Argentina Lautaro Martinez è chiamato insieme a Messi e compagni a far gioire i tifosi argentini per la 47 esima edizione della manifestazione CONMEBOL, ma senza Dybala escluso a sorpresa da Scaloni. L’altra stella attesa è l’italiano Nicolò Barella, e non potrebbe essere altrimenti vista l’esplosione di quest’anno sotto tutti i punti di vista: palloni recuperati, giocate intelligenti, ma anche assist e goal importanti.

La presidenza nella persona del dirigente d’azienda cinese Steven Zhang dovrà farsi carico soprattutto di conservare calciatori di qualità come i propri nazionali, che oltre ad aumentare il prestigio del club, aggiungono alla squadra esperienza internazionale utile poi nelle competizioni per club come Champions League ed Europa League. L’Inter non vince in Champions League dal 2010 quando a guidare i nerazzurri c’era Mourinho, questa squadra e questo gruppo potrebbero imitare quella grande Inter con Zanetti, Materazzi, e Maicon, tutti calciatori anche essi protagonisti con le rispettive nazionali maggiori. All’epoca lo sponsor era Pirelli, marchio legato indissolubilmente ai colori nerazzurri, cosa che spera di fare anche il giovane Zhang nel futuro prossimo: intanto però uno scudetto ai tifosi dell’Inter lo ha “regalato”, e non è poco dopo lo strapotere decennale della Juventus.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button