Zeppilli (FIGC): “Protocollo sanitario garanzia, una linea guida principale”

Articolo di
20 Aprile 2020, 00:21
Condividi questo articolo

Zeppilli è il presidente della Commissione medico scientifica della FIGC che ha realizzato il protocollo sanitario di garanzia (vedi articolo). Intervistato da Marco Lollobrigida per “La Domenica Sportiva” su Rai 2 ha parlato di come potrà essere messo in pratica.

STRADA TRACCIATA?Paolo Zeppilli, presidente della Commissione medico sportiva della FIGC, presenta il protocollo sanitario di garanzia: «La linea guida principale è quella di avere un gruppo il più possibile negativo. Cosa vuol dire? Un gruppo che nel momento in cui si raduna e vive assieme, diciamo per tre settimane, sia di partenza negativo al Coronavirus. Noi faremo sia i tamponi, ripetuti a ventiquattro ore, sia i test sierologici e identificheremo un gruppo presumibilmente esente da virus. Cosa succede in caso di positività a un giocatore quando riprenderanno le attività? Abbiamo previsto di isolare questa persona, di controllare a vista gli altri giocatori ed eventualmente di ripetere, nel gruppo squadra, i controlli che abbiamo previsto all’inizio. È un protocollo di coraggio, è una proposta e non è nemmeno un’imposizione: ci diranno se è giusta. Naturalmente pensiamo che la Serie A sia probabilmente disponibile e abbia le risorse per attuare questo protocollo. La Serie B, forse, ha bisogno di qualcosa di più per potersi organizzare, sulla Lega Pro aspettiamo di vedere come evolve la situazione».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE