Zenga: “Eriksen, ecco perché scelto! 2 pari non cambiano, Lecce-Inter…”

Articolo di
20 Gennaio 2020, 07:01
Walter Zenga
Condividi questo articolo

Zenga è stato ospite di “Pressing Serie” su Rete 4. L’ex portiere dell’Inter ha commentato il pareggio dei nerazzurri di Conte a Lecce e le possibili mosse di mercato a partire da Eriksen

LECCE-INTER – Così Walter Zenga sul pareggio del “Via del Mare”: «Se guardiamo il riassunto della partita non si può dire che l’Inter non abbia avuto occasioni, tiri in porta e un palo. Il corso della partita però ha visto una squadra non brillante che non era aggressiva e veloce come al solito. Ci sta che alla fine pareggi una partita dove ogni tanto bisogna anche dare meriti alle squadre avversarie. Il Lecce ha fatto un cambiamento tattico veramente importante. Ha tolto un perno di centrocampo come Panagiotis Tachtsidis, lento e di manovra, e ha messo Jacopo Petriccione per oscurare i due attaccanti dell’Inter con tre difensori lasciando le fasce e facendo densità in area di rigore. Ripagati da un atteggiamento molto attento e di sacrificio, alla fine se quella punizione di Filippo Falco fosse stata leggermente più dentro magari faceva anche il miracolo».

MERCATO – Zenga poi dice la sua sulle mosse di mercato: «Christian Eriksen? Probabilmente la scelta sta nel fatto che c’è bisogno di un centrocampista di fantasia e bravo negli ultimi trenta metri. Il danese è un dieci, chiamiamolo così, con il senso del gol e può servire per questo. Probabilmente ci sarà anche un cambio di sistema, ci penserà Antonio Conte che è l’allenatore. Non sono mica io (ride, ndr). Arturo Vidal? L’Inter ha preso Ashley Young che ha trenta e passa anni, vogliono comprare giocatori già fatti perché hanno la necessità di vincere a breve. Ma tra Vidal e Radja Nainggolan che differenza c’è? Butto lì una provocazione. Ora svesto i panni dell’allenatore e divento interista di nuovo. Nessuno di noi si aspettava che quest’anno l’Inter potesse vincere lo Scudetto o la Champions League. Quello che stiamo facendo è qualcosa di particolarmente bello e siamo tutti orgogliosi. Non è che per due pareggi un allenatore cambia idea, probabilmente però con Eriksen e altri innesti Conte potrà provare qualcosa di differente nel corso della partita. Ma non dall’inizio, ecco. Olivier Giroud? L’Inter sta cercando giocatori pronti per vincere subito, la Juventus invece può investire su un diciannovenne come Dejan Kulusevski».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE