Young convince in campo e fuori, l’Inter pensa alla conferma – TS

Articolo di
28 Marzo 2020, 10:56
Ashley Young Lazio-Inter
Condividi questo articolo

“Tuttosport” scrive che il futuro di Ashley Young sarà ancora nerazzurro. L’esterno ha convinto tutti in casa Inter.

RENDIMENTO POSITIVO – Da quando è arrivato, il 17 gennaio scorso, non ha sbagliato una partita se non l’ultima, così come quasi tutti i suoi compagni, quella dell’8 marzo contro la Juventus. Per il resto il rendimento di Ashley Young dall’esordio contro il Cagliari il 26 gennaio (assist per il momentaneo 1-0 di Martinez) alla sconfitta in trasferta con la Lazio (quando è stato il migliore dell’Inter realizzando il momentaneo 0-1) è stato buono, mediamente alto. Bene contro la Fiorentina in Coppa Italia (Inter vincente), benissimo a Udine e più che sufficiente nel derby contro il Milan. Young, arrivato per 1.5 milioni dal Manchester United, ha dimostrato che a 34 anni può ancora dire la sua, in questo scorcio di stagione – sperando si possa completare l’annata -, ma anche nella prossima.

PROLUNGAMENTO – Young ha firmato per sei mesi con l’Inter che si è accollata i 3 milioni d’ingaggio che rimanevano a giocatore con i Red Devils. Ma le parti hanno anche concordato un’opzione per rinnovare per la stagione ’20-21 in base a determinate circostanze. Lo stop per Coronavirus ora rischia di compromettere il finale di stagione, ma quanto visto in campo, ma anche fuori, ha convinto l’Inter della bontà dell’operazione ed è abbastanza scontato che Young prolunghi fino al 30 giugno 2021. L’inglese innanzitutto permetterà all’Inter di avere in rosa un altro jolly oltre D’Ambrosio, capace di disimpegnarsi a sinistra come a destra. E’ chiaro che andando verso i 35 anni non si potrà chiedere a Young di giocare 40 gare stagionali da titolare ad alto livello, ma non è quello che pretenderà l’Inter da lui.

FIGURA POSITIVA – Young ha dimostrato di poter essere molto utile per la sua esperienza, il modo di porsi nei confronti dei compagni e la capacità di fare gruppo. Nei primi giorni l’ex United si è affiancato agli ex compagni Lukaku e Sanchez, poi per questioni di lingua ha legato con Moses ed Eriksen, ma grazie a una simpatia innata è stato ben accolto da tutto lo spogliatoio. In questi giorni Young è tornato in patria e si trova a casa, vicino Londra, insieme alla moglie e ai tre figli. Sta rispettando le indicazioni dategli dall’Inter, seguendo con attenzione la situazione in Italia,.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE