Mondo Inter

Vrsaljko: “Ecco i miei tempi di recupero! Sono ancora dell’Inter, ma…”

Sime Vrsaljko – difensore dell’Inter in prestito dall’Atletico Madrid -, intervistato dal portale croato Sportske, spiega la sua situazione dopo l’intervento chirurgico che lo costringerà a stare fermo per tutto il 2019, complicando il riscatto nerazzurro

LUNGO STOP – Stagione finita per Sime Vrsaljko, ma anche anno solare compromesso: «Sono forte e felice, finalmente mi sono liberato! Va tutto bene, questa è la cosa più importante che ho da dire adesso. Ho ringraziato il dottor Koen Lagae per l’impegno preso: è un grande esperto, spero che lavori davvero bene perché è il numero uno al mondo. All’operazione ha partecipato anche il dottor José Maria Villalon dell’Atletico Madrid. Torno a casa, a Zadar, naturalmente: qui passerò due mesi nella prima fase della riabilitazione e lavorerò con Mark Damjanovic, poi vado in Belgio per la seconda fase di recupero. Non è un mistero, il recupero durerà dagli otto ai dieci mesi. Questo è normale per l’intervento chirurgico che ho subito e, ripeto, la cosa più importante è che sia andato benissimo. Tutti noi, a partire dal medico che mi ha operato, siamo molto contenti. Tutti i problemi sono iniziati con questo infortunio al ginocchio, cioè il legamento crociato posteriore. Ora mi hanno ricostruito il legamento e mi hanno fatto la cosiddetta “pulizia” della cartilagine. Non dovrei essere di ottimo umore, ma sto sorridendo e sono felice perché so che non ho più dolore e nessun altro problema come ho sofferto per due anni. Non è stato invano, quindi sono felice e positivo».

FUTURO IN BILICO – Il riscatto da parte dell’Inter è tutt’altro che scontato, anzi, al momento sembra utopia e anche Vrsaljko lo fa capire: «Tornerò solo quando sarò pronto al 100%. Vediamo come passa il tempo in modo da poter capire meglio il corso della riabilitazione. Ciò che è sicuro è che non tornerò in campo finché non sarò pronto al 100%! Dopo tutti i problemi che ho avuto e la brutta sensazione che non si può rinunciare completamente a giocatore e lavorare, la mia priorità è quella di essere al massimo della forma e pronto a tornare per battaglie più grandi quando tornerò. Non avrò fretta, non c’è questa possibilità. Sono ancora un giocatore dell’Inter, il 30 giugno scade il prestito concordato, e poi ho firmato un contratto con l’Atletico per altri tre anni e mezzo. Ma ora non sto pensando a queste cose. Sono concentrato sulla riabilitazione e la cosa più importante è che devo recuperare il più possibile. E tornerò più forte!».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh