Vecino paragonato a vecchia gloria dell’Inter: che numeri con il Milan – CdS

Articolo di
19 marzo 2019, 10:57
Matias Vecino Milan-Inter

Come riportato dal “Corriere dello Sport”, l’Inter può godersi il proprio numero otto Matias Vecino che nel derby contro il Milan ha portato fisicità e capacità di inserimento che hanno messo in difficoltà la difesa rossonera. Tanto che è stato paragonato a un beniamino dei tifosi nerazzurri.

VECINO COME BERTI – “Lo zio Bergomi e Di Canio, nel club di Caressa a Sky Sport, lo hanno accostato a Nicola Berti per la capacità di proiettarsi a rete. Il paragone ci sta. Matias Vecino lo ricorda per il modo di correre, è dinamico, ma non possiede la stessa progressione irresistibile dell’ex centrocampista dell’Inter, vicecampione del mondo con l’Italia di Sacchi nel 1994. Sa sfruttare il fattore sorpresa e farsi trovare tra le linee, s’è rivelato un incubo per il Milan, la vera chiave tattica del pazzo derby di domenica notte a San Siro”.

CATAPULTA – “Ha scompaginato i piani di Gattuso e offerto la sponda ai tagli di Perisic e Politano, che convergevano verso il centro e scambiavano palla con l’uruguaiano, vero e proprio incursore, ma non solo. Agiva da pivot basso in appoggio a Lautaro Martinez. Il gol è nato così, s’è catapultato verso la porta di Donnarumma dopo aver scaricato palla su Perisic. Per l’intero primo tempo il suo movimento non è stato letto dalla difesa rossonera, poteva persino raddoppiare”.

LE COPPIE CHE NON T’ASPETTI – “Non lo marcava Bakayoko, non uscivano a prenderlo Musacchio e Romagnoli, confusi dalla vivacità del Toro, molto meno statico di Icardi. Lautaro e Vecino a tratti è sembrata una coppia d’attacco ben assortita. Le cifre rivelate da Opta testimoniano l’incisività della prestazione di Matias: 1 gol, 4 tiri totali, 3 occasioni create, 42 palloni toccati, 28 passaggi, 2 cross, 7 duelli, 5 possessi guadagnati. Un centrocampista totale”.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE