Vecino: “Brozovic speciale, è il più forte dell’Inter! Veron il mio idolo, ma…”

Articolo di
6 Aprile 2020, 17:59
Matias Vecino Inter-SPAL
Condividi questo articolo

Vecino, nel corso della sua intervista da casa per la campagna #TogetherAsATeam dell’Inter, descrive due dei suoi compagni di squadra di riferimento. E con essi anche gli idoli di una vita. Ecco la seconda parte di quanto raccolto da Inter-News.it durante l’#AskVecino odierno

IDOLI E COMPAGNI – Non ha dubbi Matias Vecino sui suoi idoli: «Ho sempre detto che il mio calciatore preferito è stato Juan Sebastian Veron, che seguivo quando ero più piccolo. Ma anche Juan Roman Riquelme e Zinedine Zidane, che mi piaceva vedere da bambino. Ora non giocano più, ma sono stati loro i miei idoli. C’è un compagno che, da quando sono in Italia, me lo porto dietro: Borja Valero! Da quando sono professionista, nel calcio ho condiviso più tempo con lui che con qualsiasi altro giocatore. Prima tre anni alla Fiorentina, ora tre anni qui all’Inter. Vediamo adesso… Borja Valero smetterà prima di me, per questioni ovvie, e spero faccia l’allenatore, ma con lui ho condiviso tantissimo, dentro e fuori dal campo. Abita anche qui vicino… Marcelo Brozovic per me è il giocatore più forte che abbiamo in rosa, ma sulla corsa non posso perdere dai! Magari perdo in altre cose… Brozovic è completo. Fa tutto, corre tantissimo, però vinco io dai! Brozovic è particolare. Magari da fuori si vede un’immagine diversa da quella che è realmente. Brozovic è un ragazzo speciale che ci fa ridere tantissimo».

Clicca qui per leggere le dichiarazioni di Vecino nella prima parte della sua intervista da casa

CAPELLI E SOPRANNOME – Alla domanda del compagno Antonio Candreva sul nuovo look (capelli rasati, ndr), Vecino risponde con una battuta: «Volevo farli da un po’ perché mi hanno detto che mi sarebbero stati bene. E ho deciso di farli così adesso perché sapevo sarebbe stato lungo questo periodo a casa… così poi, quando possiamo uscire, saranno già meglio (ride, ndr). O magari restano così, vediamo! Non sapevo che i tifosi cinesi dell’Inter mi chiamassero “La Fortuna”, però mi fa piacere perché è una cosa positiva. Da quando sono all’Inter sono andato in Cina tre volte, due con la Nazionale Uruguayana e una con l’Inter. Sono rimasto sorpreso dal numero di tifosi che seguono il calcio e dalla loro passione. Ci sono tanti tifosi, anche dell’Inter. Me li ricordo all’aeroporto appena arrivati! Mi fa piacere che io per loro sia un portafortuna. Speriamo di continuare così!».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE