Uefa oggi deciderà sugli Europei, ma serve accordo con la FIFA – GdS

Articolo di
17 Marzo 2020, 08:32
Gianni Infantino
Condividi questo articolo

“La Gazzetta dello Sport” fa il punto della situazione in vista dell’incontro fiume di oggi. Uefa, club, leghe e federazioni si siederanno allo stesso tavolo per decidere il destino degli Europei e non solo. Ma per la definizione del calendario serve accordo anche con la FIFA e Infantino

PETTO IN FUORI – Difficile fare previsioni, quando di mezzo c’è un’emergenza sanitaria. Nessuno può sapere quando e come il COVID-19 smetterà di farci paura. Ed ecco perché la riunione fiume di oggi, con fischio d’inizio alle ore 10, potrebbe posarsi sul nulla. La Uefa, i club e le leghe nazionali potrebbero studiare ipotesi e definire piani di ripresa senza alcuna data certa. E dunque senza una piattaforma concreta su cui accordarsi. Ma è proprio questo il punto: l’incontro sarà utile per mettere ciascuno davanti alle proprie responsabilità. La Uefa dovrà prendere in mano le redini della situazione, fronteggiando l’emergenza a spada tratta.

DECIDERE – Per far ciò, c’è bisogno di una convergenza comune: il pallone deve tornare a rotolare, tenendo conto delle perdite dovute allo slittamento delle singole competizioni. L’ipotesi principe è ormai acclarata: spostamento degli Europei e prolungamento di coppe e campionati fino a estate inoltrata. Al tavolo della Uefa saranno presenti diversi gruppi di lavoro, chiamati a studiare tutte le ipotesi possibili per incastrare le competizioni. Le alternative sono due: Europei a giugno 2021 oppure a fine 2020, ma potrebbero esserci sorprese. Ci sarà anche un Esecutivo straordinario alle 14 “il che significa che l’Uefa vuole comunque decidere qualcosa e, per statuto, solo l’Esecutivo può farlo”.

EMORRAGIA – Lo spostamento della kermesse internazionale appare quantomai necessario. Nonostante il buco di ricavi (si parla di circa 300 milioni), il sacrificio dovrebbe valere la candela. Ne hanno bisogno i campionati, per evitare ai calciatori un sovraccarico eccessivo di partite. Ma ne ha bisogno anche Nyon, che giocando fino alla fine Champions League ed Europa League tiene in piedi tutto il calcio europeo. “Ai club (200 milioni previsti come compenso per i convocati), alle 24 nazionali finaliste (371 milioni di premi), alle 55 federazioni (775 milioni di solidarietà) e alle Leghe (che salveranno i campionati) sarà chiesto di contribuire alle perdite”.

VICINANZA – L’aspetto economico è naturalmente preponderante, anche sotto un altro punto di vista. Ci sono i contratti dei calciatori, e dunque i loro stipendi, da tenere d’occhio e assolvere. E poi ci sono le finestre di mercato. Tutta una serie di incastri che la Uefa è chiamata a considerare, al momento della stesura delle ipotesi. Ma in tutto questo marasma, non si può prescindere da un accordo di reciproca vicinanza tra Uefa e FIFA. “Ieri Gianni Infantino, presidente Fifa, ha telefonato ai segretari Uefa per tendere una mano. Ma di fatto il primo contributo sarà accettare lo spostamento del “suo” torneo: il Mondiale per club che doveva partire in Cina nel 2021. Già la sede è problematica, ma oltretutto Zurigo è ancora alla ricerca dei contratti giusti per il mega-finanziamento previsto“.

BIVIO – Ma questa, direbbe qualcuno, è un’altra storia. Il Mondiale per Club sembra ora una preoccupazione marginale. Si e no, poiché i rapporti tra i due giganti del pallone dovranno essere i più cordiali possibili per far fronte all’emergenza. Tutte le variabili sul tavolo dunque, ma soltanto dopo l’ufficialità dello slittamento di Euro2020 (sempre più Euro2021) si potrà discutere su di un sostegno più stabile. Le strade possibili sono al momento un paio. “La più “semplice” prevede l’Europeo nel giugno 2021, facendo sloggiare i vari tornei già previsti. Un’altra soluzione prevede l’Europeo a novembre- dicembre 2020: meno facile perché “spezza” la prossima stagione“. La Uefa è chiamata a farsi carico dell’emergenza, con tutte le difficoltà e le esigenze del caso.

Fonte: La Gazzetta dello Sport – Fabio Licari


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE