Uefa indica la via con le coppe europee: cauto ottimismo – GdS

Articolo di
24 Aprile 2020, 09:18
UEFA logo
Condividi questo articolo

“La Gazzetta dello Sport” fa il punto sulle decisioni, e sulle conseguenze, dell’Esecutivo Uefa di ieri. Ceferin ha lasciato intendere di voler portare a termine la stagione a tutti i costi, prendendo in considerazione qualunque ipotesi per accorciare le competizioni. La Figc, e le altre federazioni nazionali, sono chiamate ad adeguarsi. Si percepisce un leggero ottimismo: in un modo, o nell’altro, si dovrebbe tornare in campo

WHATEVER IT TAKES – Una calda estate in Champions League. Con tutte le precauzioni per non scottarsi. Se necessario, rinunciando all’esposizione nelle ore peggiori. Tradotto in gergo calcistico: giochiamo campionati e coppe fino alla fine. Se non si può prendere un’abbronzatura integrale — dalla prima all’ultima partita — limitiamo i danni, cambiando le formule dei tornei (playoff, partite secche…). Infine, se lo stop fosse ineluttabile, servirà comunque una classifica “sportiva” dei campionati per qualificare alle coppe ‘20-21. Queste le sensazioni che la Uefa ha lasciato intendere dall’Esecutivo di Ieri, in cui sono stati annunciati anche i criteri per la selezione delle squadre che prenderanno parte alle competizioni europee 2020/21 (QUI i dettagli).

LINEE GUIDA – L’Esecutivo Uefa non poteva prendere decisioni definitive, quelle spettano al virus, ma almeno ha indicato il percorso per finire la stagione e cominciare la prossima. Restano sempre due scenari. 1) Campionati e coppe in contemporanea (inizio tra maggio e giugno, fine ai primi di agosto). 2) Prima i campionati, poi le coppe (con finale di Champions League il 29 agosto). L’Uefa ha ufficializzato che i tornei nazionali devono finire entro il 2 agosto e la Figc s’è subito adeguata. Il presidente Gabriele Gravina ha annunciato che la fine della stagione è spostata proprio al 2 (vedi articolo), quindi ha “risposto” al presidente del Coni Giovanni Malagò (QUI l’articolo).

GIOCARE, GIOCARE, GIOCARE – Non è un mistero che l’ipotesi preferita dall’Uefa sia: 1) campionati da fine maggio al 2 agosto massimo, per avere le liste delle prossime coppe entro il 3 agosto; 2) coppe dopo, tutte ad agosto. E così, probabilmente, sarà. Federazioni e leghe sono invitate a «considerare tutte le possibili opzioni» per finire i tornei nazionali. Giocare, giocare, giocare. A porte chiuse. Sempre tutelando prima la salute. Ma qualsiasi soluzione per completare coppe e campionati sarà preferibile allo stop (di cui parliamo nella pagina a fianco). La prima opzione è giocare tutte le partite. Se fosse impossibile, per i campionati sarà ammesso il ricorso ai playoff oppure a formule ridotte. Per le coppe restano in piedi tre opzioni alternative: 1) quarti e semifinali in gare secche; 2) final four in sede unica; 3) final eight in sede unica.

CHAMPIONS – Non sarà una Champions come la conoscevamo finora. Tutta al caldo di agosto. Dal 7 (Juventus-Lione e Manchester City-Real Madrid per il ritorno degli ottavi) al 29 (finale al momento confermata a Istanbul). In 23 giorni si possono giocare 17 partite (oppure 11 con le tre alternative ridotte). All’Esecutivo è stato affrontato anche il tema Var: c’è il timore che gli spazi ristretti per i video arbitri possano essere rischiosi, quindi è in discussione l’uso della tecnologia. Si potrebbe ricorrere a una soluzione “light”, con un solo arbitro (ma si dovrebbe intervenire sul protocollo). Anche per il sorteggio qualcosa cambierà: quasi sicuro che si svolga prima degli ottavi, sempre “tennistico”, ma con le X.

EUROPA LEAGUE – Ovvero: la vincente di un ottavo contro la vincente di un altro. Le caselle saranno riempite soltanto dopo. Non ci sarebbero i tempi tecnici per un sorteggio il 9 agosto con i quarti che cominciano l’11. Resta il “problemino” di Inter-Getafe e Roma-Siviglia che, in Europa League, non hanno giocato neanche l’andata degli ottavi. O recuperano il 2-3 agosto, oppure si sfidano il 6 in gara secca. Infine, questione medica: il protocollo recepirà le linee guida di quelli dei campionati.

Fonte: La Gazzetta dello Sport – Fabio Licari


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE