Tra Serie A, B e C con promozioni e retrocessioni c’è caos – CdS

Articolo di
26 Aprile 2020, 11:20
Gabriele Gravina
Condividi questo articolo

Il “Corriere dello Sport” analizza tutte le problematiche riguardo a promozioni e retrocessioni tra Serie A, Serie B e Serie C.

QUESTIONE A – Oltre alla questione coppe, se la Serie A non ripartisse ci sarebbe da affrontare la questione retrocessioni. Bisogna partire da quanto detto da Gravina: se ne scendono 2 altrettante ne salgono. Secondo le tre modalità di redazione della classifica che leggete QUI, Brescia e Spal in qualsiasi caso. Si salverebbe in due casi il Lecce e in uno il Genoa. Ma Brescia e Spal accetteranno il verdetto? Cellino ha sempre detto di sì, mentre per i biancazzurri è da vedere. Cioè che Gravina vuole evitare a tutti i costi è una Serie A extralarge, a 24 squadre.

QUESTIONE B – C’è poi la Serie B. Il Benevento ha fatto il vuoto e nessuno può pensare di togliergli la promozione. Già ma poi? Il Crotone è secondo con un solo punto di vantaggio sul Frosinone. Il presidente di quest’ultimo Stirpe ha già fatto sapere che non accetterà di rimanere fuori dai giochi. Ma occhio anche alle squadre tra il terzo e l’ottavo posto: dovrebbero partecipare ai playoff, si accontenteranno di aspettare il prossimo anno? Insomma, la Serie B farà comunque di tutto per tornare in campo. Magari solo per playoff e playout se dovesse servire.

QUESTIONE C – A proposito di playout c’è poi la Serie C. Quali e quante squadre ci andranno? Le ultime 3 certamente che lasceranno spazio alle prime 3 dei gironi di Serie C, Monza, Vicenza e Reggina. Ma si potrà far saltare la quarta che dovrebbe uscire dai playoff? Il Bari di De Laurentiis ha già promesso che darà battaglia per non rimanere fuori a tavolino.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE