Thiago Motta: “All’Inter la mia carriera è cambiata! Eto’o e Mourinho…”

Articolo di
22 Maggio 2020, 13:18
Thiago Motta Milan-Inter
Condividi questo articolo

Thiago Motta, ex giocatore dell’Inter oggi allenatore, a dieci dalla conquista del fantastico “triplete” nella straordinaria stagione del 2010, nel corso di una lunga intervista rilasciata a “Sky Sport” per la rubrica “Gli eroi del triplete” ha detto la sua riguardo la sua esperienza in neroazzurro, il rapporto con José Mourinho, 

ALL’INTERThiago Motta inizia l’intervista parlando, in breve, della sua carriera e della sua esperienza all’Inter: «Credo che tutto quello che ho guadagnato fino a dove sono arrivato, è grazie alla mia qualità ma anche all’aiuto di qualcun altro. Cammino a testa alta, sono tranquillo per quello che ho fatto. Inter? Mi trovavo non bene, benissimo! A Milano ho avuto la convinzione di diventare un giocatore importante».

CON MOURINHO – Thiago Motta parla del suo rapporto con José Mourinho: «Più di una volta Mourinho mi ha fatto sentire importante, me lo ha detto più di una volta. Tante volte mi ha parlato di cose che comunemente a un calciatore non fanno piacere, ma tante altre volte mi ha fatto capire che devo sono importante per la squadra. Quando senti queste cose da un allenatore è importante, e da quel momento ho capito tante cose. Da quel momento sono arrivato anche in Nazionale e la mia carriera è cambiata. È stato importante per me, non è facile lavorare con lui perché è tosto, però lui è così. Ho imparato tantissimo da lui, vuole sempre il 110%. Se non stai bene a livello fisico però mentalmente tu devi essere al 200% e alla fine nel calcio conta tantissimo la testa. Lui era capace di entrare dentro la tua testa e farti capire quello che voleva a tutti i costi».

DUEMILADIECI – Thiago Motta parla in breve del 2010 e in particolare della finale di Madrid contro il Bayern Monaco: «È stato un anno bellissimo perché abbiamo vinto tutto. Mi dispiace non aver disputato la finale, però sono cose della vita e del calcio che devi accettare. Però abbiamo vinto la UEFA Champions League».

ETO’O E MILITO – Thiago Motta parla nello specifico di due suoi ex compagni di squadra, Samuel Eto’o e Diego Milito: «Un giocatore che mi impressionava tantissimo era Samuel Eto’o, ha fatto la differenza ovunque è stato. Diego (Milito, ndr) già lo conoscevo dal Genoa. All’Inter la buttava dentro in qualsiasi maniera, ha aiutato tantissimo la squadra a vincere quei titoli».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE