Tecca: “Eriksen scintilla Inter, effetto Sneijder. C’è un fatto significativo”

Articolo di
2 Febbraio 2020, 11:59
Condividi questo articolo

Eriksen questa sera dovrebbe fare il suo debutto in Serie A durante Udinese-Inter, presumibilmente da titolare. Massimo Tecca, ospite di Sky Sport 24, ha parlato dell’inserimento del danese e lo ha paragonato all’impatto che ebbe Sneijder nel 2009.

IL BIGMassimo Tecca parla dell’ingresso di Wesley Sneijder nell’Inter: «Può dare l’effetto che diede Wesley Sneijder a suo tempo, è quel tipo di giocatore. Per gli assist, ma soprattutto per i calci di punizione ma anche per i gol può dare veramente qualcosa in più negli ultimi trenta metri. È un giocatore che può ricoprire diversi ruoli, può fare il trequartista e mi sembra che oggi giocherà mezzala. Al di là del ruolo e della collocazione tattica può accendere quella scintilla che a volte all’Inter è mancata: bravissimi, per carità, Lautaro Martinez e Romelu Lukaku, però serviva qualcosa che da dietro facesse partire uno spirito diverso, una miccia che potesse innescare anche in maniera diversa i due attaccanti. Eriksen è esattamente quel tipo di giocatore, poi quando Antonio Conte ti punta c’è poco da fare».

NOVITÀ – Tecca prosegue su Eriksen e non solo: «Aveva tantissime richieste, il fatto che scelga l’Inter è significativo. L’Inter rappresenta, in questo momento, anche nel panorama europeo una squadra di grosso nome, di grosso fascino e richiamo. Vedremo l’impatto nel nostro campionato. Direi che l’Inter esce da questo mercato notevolmente rinforzata, cosa che non si può dire per la Juventus, quindi con argomenti nuovi. Solitamente il mercato di gennaio non dà grandi novità, invece Eriksen è un grande giocatore che può dare qualcosa di nuovo. Abbiamo visto Ashley Young fare assist nella prima a San Siro, c’è voglia di lottare per il primato. È un grande segnale per il campionato, c’è curiosità anche di vedere Sebastiano Esposito preferito ad Alexis Sanchez. Un ragazzo così giovane che viene riproposto titolare, con voglia di muovere le acque e cercare qualcosa di nuovo in una squadra già forte di suo per renderla competitiva».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE