Mondo Inter

Suazo: “Inter o Milan, la notte più dura della mia vita. Mancini…”

Suazo è stato ospite di “Calciomercato – L’Originale” su Sky Sport. L’ex attaccante, ora allenatore, è un doppio ex di Inter-Cagliari di domani ma anziché sulla sfida del Meazza ha ricordato il suo trasferimento in nerazzurro del 2007, quando il Milan provò a “scipparlo” all’ultimo a Mancini.

IL CAMBIO – A David Suazo viene chiesto se la notte in cui sembrava dovesse andare al Milan anziché all’Inter è stata la più complicata della sua vita: «Sì, sì. A parte che non ho dormito, è stata una situazione molto scioccante perché a mezzanotte ho ricevuto la telefonata del presidente (Massimo Cellino, ndr), che era insieme ad Adriano Galliani, e mi dice che devo andare al Milan perché sono situazioni che vanno così, e basta. La mia perplessità era il fatto che io, dall’inizio, avevo fatto le visite mediche, ero tranquillo e avevo parlato col mister Roberto Mancini. Per me era una cosa talmente naturale e ho detto che dovevo andare all’Inter. Mancini? È stato fondamentale, perché ricordando quella squadra c’erano dei grandi attaccanti: c’erano Julio Ricardo Cruz, Hernan Crespo, Zlatan Ibrahimovic e Adriano. Il fatto di chiamarmi e dirmi che facevo parte di questo progetto è stata la goccia d’acqua che mi ha fatto dire “Sì, ci sono”. Io, per avere l’opportunità di andare in una grande squadra, ho passato otto anni al Cagliari. Questo vuol dire maturare, crescere e sbagliare per arrivare più preparato. Adesso si vedono situazioni molto più facili, dove basta una buona annata che cambiano le prospettive e tutto. Prima si faceva molta più fatica».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button