Suarez: “Inter senza società, rosa disunita. I tifosi vadano via!”

Articolo di
16 maggio 2017, 01:57
Luis Suárez
Condividi questo articolo

Luis “Luisito” Suarez – ex Inter sia come centrocampista sia come allenatore -, ospite negli studi di “Tiki Taka – Il calcio è il nostro gioco” su Italia 1, critica l’Inter a 360°: nel mirino, per motivi diversi, proprietà, società, giocatori e tifosi

SOCIETA’ ASSENTE – Anche Luisito Suarez ha perso la pazienza in seguito alle ultime prestazioni nerazzurre sia dentro sia fuori dal campo: «Se certi allenatori hanno già un contratto (riferimento in particolare a Diego Simeone e Antonio Conte, ndr), non puoi obbligarli ad andar via… L’Inter al momento non ha la società, società non proprietà, per ora. Walter Sabatini mi piace, sa fare bene il suo lavoro. Poi mancano i giocatori. Forse è meglio una cooperativa di giocatori anziché un allenatore all’Inter: magari le cose andrebbero meglio…».

SQUADRA E TIFOSI – «All’Inter ognuno tira dalla sua parte e lascia perdere ogni cosa, non c’è più l’unione che fa vincere le partite, ma i giocatori devono capire che sono loro i massimi responsabili di questa situazione: hanno qualche attenuante perché adesso c’è una proprietà che ha tanti soldi, ma non ci sanno fare con il calcio. Non puoi arrivare e togliere il nome di Angelo Moratti dalla Pinetina per mettere il tuo, non si può! La contestazione? I tifosi che credono di essere padroni delle società è un bene che vadano via: vadano via, non succede niente! Ci sono altri tifosi oltre a loro».

BATTUTA SULLA CHAMPIONS – «Quello più in difficoltà per la finale di Champions League sono io: giocano Real Madrid e Juventus, io sono del Barcellona e dell’Inter! Sono più rivale di Madrid, ma non tiferò per nessuno…».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE