Mondo Inter

Stramaccioni: «Inter favorita in Serie A. Lo scudetto che felicità!»

Stramaccioni, ex allenatore dell’Inter oggi tecnico dell’Al Gharafa, in una lunga intervista sul Corriere dello Sport ha parlato del calcio in Qatar, facendo riferimento inevitabilmente al Mondiale, all’Italia, e ovviamente alla “sua” Inter.

A DOHA Stramaccioni parla del calcio in Qatar: «Come si vive a Doha? Benissimo. Ci sono un livello di ospitalità e una qualità della vita altissimi per uno straniero e in particolare per una famiglia come la mia, con tre bambine. All’Esteghlal è stata un’esperienza iniziata con scetticismo perché era la mia prima volta fuori dall’Europa, ma aveva ragione il mio agente, Federico Pastorello, a spingermi ad accettare: mi sono trovato in una nazione che ha un campionato difficile e con la più alta media di spettatori a partita dell’Asia. I risultati straordinari ottenuti lì, mi hanno aperto questa opportunità».

VERSO IL MONDIALE – Stramaccioni parla della Nazionale allenata da Mancini: «Ogni costruzione e ogni sviluppo tecnologico adesso è in funzione del Mondiale. Parlo spesso con il mio presidente-sceicco, uno di quelli che ha sostenuto il Qatar nella corsa al Mondiale, e da lui ho percepito l’orgoglio di una nazione piena di energie e risorse che ha fortemente voluto ospitare una competizione storica scardinando così due capisaldi come il Mondiale che si svolge in inverno e in un’unica città. Come mi aspetto il Mondiale? All’avanguardia. Ci sono stadi pazzeschi, grande attenzione per i tifosi e un incredibile livello di sicurezza. Se non è il Paese più sicuro al mondo, poco ci manca. L’Italia riuscirà a qualificarsi perché siamo forti e qui la nostra Nazionale l’aspettano tutti. I campioni d’Europa non possono mancare: il marchio di fabbrica italiano è considerato di altissimo livello e sarebbe una perdita enorme per la Coppa del Mondo. Non voglio neppure pensarci».

LA SUA INTER – Stramaccioni si dice felice per la vittoria dello scudetto la scorsa stagione e parla del campionato attuale: «Penso che questa finora sia una stagione fantastica e avvincente: si sono già alternate tre squadre in testa alla classifica e, non me ne vogliano i tifosi juventini, ma è positivo per il movimento che sia stata spezzata l’egemonia bianconera. Per me è stata una grande felicità che ho condiviso con gli interisti a cui sono legato, da Zanetti, ad Ausilio passando per Ranocchia e Moratti. Per chi come me ha vissuto e sente forte dentro di sé l’interismo, lo scudetto dell’anno scorso vale tantissimo. Inter? Per me è la favorita. Ha preso il miglior allenatore possibile per dare continuità al lavoro di Conte e valorizzare una rosa costruita per giocare con questo sistema. Con tutto il rispetto per il Milan, mi hanno impressionano Napoli e Atalanta. Il Napoli sta pagando l’elevato numero di infortuni, ma è forte. L’Atalanta del mio maestro e amico Gasperini comincia a essere conosciuta come modello di gioco, una realtà portata avanti da un allenatore super e da una società solida».

Fonte: Corriere dello Sport – Andrea Ramazzotti

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh